Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 19/06/2021 alle ore 20:40

Estero

04/05/2021 | 18:15

Gioco online, Egba: "Tassazione punitiva per gli operatori tedeschi, pronti a presentare reclamo all'UE"

facebook twitter pinterest
Gioco online Egba Tassazione operatori reclamo UE

ROMA - «La tassa del 5,3% sul fatturato dei casinò online in Germania non solo spingerebbe i giocatori verso i siti web senza licenza», ma è anche «punitiva» nei confronti degli operatori online e «violerebbe il diritto europeo»: lo ha detto l'European Gaming and Betting Association (Egba), che esorta il parlamento tedesco a ripensarci e, in caso contrario, è pronta a presentare un reclamo alla Commissione europea.
Il quarto trattato di stato della Germania sul gioco - che "apre" ai casinò online - è stato approvato da tutti i 16 Lander tedeschi ed entrerà in vigore il 1° luglio: le aliquote fiscali non sono ancora state fissate, ma il Consiglio federale ha inviato una proposta al legislatore (Bundestag), secondo cui le slot online e il poker sarebbero tassati al 5,3% del fatturato. «L'aliquota è incompatibile con l'obiettivo del nuovo regolamento sul gioco online» perchè spingerebbe i giocatori verso i mercati non regolamentati e violerebbe anche le norme europee sugli aiuti di Stato, «offrendo un vantaggio agli operatori terrestri rispetto a quelli online». 
Per l'Egba, si tratta di una proposta «punitiva»: ad esempio, in Baviera, il poker e le slot online verrebbero sottoposti a una tassazione da quattro a cinque volte superiore rispetto ai casinò fisici e 15 volte superiori rispetto alle slot nelle sale giochi: sarebbe un vantaggio fiscale sostanziale per gli operatori terrestri rispetto a quelli online» e «costituirebbe un aiuto di Stato illegale ai sensi del diritto europeo».

Alla luce di queste preoccupazioni, «l'Egba esorta i membri del parlamento tedesco a riconsiderare la misura fiscale proposta quando sarà discussa al Bundestag nelle prossime settimane», perché «spingerà i giocatori tedeschi a utilizzare siti senza licenza e darà agli operatori terrestri un enorme vantaggio fiscale», ha spiegato il segretario generale dell'Egba, Maarten Haijer. «Siamo pronti a condividere le nostre esperienze in altre giurisdizioni europee e crediamo fermamente che possa essere fissata una tassazione equilibrata tra la soddisfazione delle esigenze dei giocatori e la garanzia di entrate fiscali sufficienti per lo stato. Se la proposta dovesse essere condivisa dal parlamento, dovremo prendere in considerazione tutte le opzioni disponibili», fino ad arrivare alla «presentazione di un reclamo alla Commissione europea per aiuti di Stato». Attualmente, gli operatori possono offrire gioco online in Germania in virtù di un regime transitorio, in base al quale devono attenersi ai termini del trattato statale, che prevedono alcuni limiti alle puntate delle slot e alla durata delle partite. 
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password