Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 10/07/2020 alle ore 19:00

Estero

30/06/2020 | 12:47

Gioco online, Svezia: operatori in ritardo sulle strategie di protezione dei consumatori

facebook twitter google pinterest
Gioco online Svezia operatori

ROMA - Molti operatori di gioco in Svezia non sono riusciti a sviluppare piani completi per prevenire i rischi del gioco: è la conclusione a cui è arrivato l'Ispettorato svedese per i giochi Spelinspektionen, dopo aver condotto un'indagine sulle aziende di gioco. 
Secondo lo Swedish Gaming Act, entrato in vigore il 1° gennaio 2019 , tutti i licenziatari hanno il dovere di proteggere i giocatori dagli eccessi e sono tenuti a sviluppare un piano d'azione che stabilisca come affrontare eventuali problemi. Tutti i 67 operatori con licenza in Svezia hanno presentato il loro piano d'azione a Spelinspektionen nella primavera del 2020. Di questi licenziatari, secondo l'ispettorato in dieci non hanno menzionato gli indicatori utilizzati per monitorare i livelli di gioco; inoltre non hanno un sistema di follow-up per i giocatori che mostrano segni di un gioco eccessivo.
Oltre la metà delle aziende, invece, come prassi contatta i giocatori che in passato hanno chiesto di autoescludersi, per assicurarsi che giochino in modo sostenibile. L'indagine «mostra che quasi tutte le società tengono conto del fatto che l'aumento del limite di deposito di un giocatore è indice di un aumento del rischio, ma è anche importante che le aziende prestino particolare attenzione a quei giocatori che hanno fissato limiti elevati (che raggiungono raramente o mai) quando aprono un account», ha detto Spelinspektionen. Alcuni licenziatari applicano restrizioni solo se il giocatore ammette di avere un problema con il gioco e chiede che i propri account siano limitati. «È importante che le aziende migliorino i rispettivi piani d'azione», ha concluso Spelinspektionen.
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password