Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/09/2020 alle ore 10:16

Estero

11/08/2020 | 11:25

Gioco problematico, Svezia: "Serve approccio equilibrato, maggiori risorse agli enti locali"

facebook twitter google pinterest
Gioco problematico Svezia

ROMA - Una regolamentazione troppo rigida sul gioco potrebbe creare squilibri: «come avviene per l'abuso di alcol, la politica deve concentrarsi sulla prevenzione del gioco problematico, con un approccio equilibrato. Restrizioni eccessive o tasse elevate possono portare a un aumento del gioco non regolamentato». Sono le conclusioni a cui è giunta la Commissione per l'uguaglianza del Ministero delle Finanze svedese, la Jmlikhetskommissionen, che ha curato un rapporto per «aumentare l'uguaglianza economica nel lungo termine e ad aumentare le opportunità di mobilità sociale».
Secondo la Commissione, sarebbe più efficace per contrastare il gioco problematico la creazione di una piattaforma di monitoraggio nazionale per l'intero mercato regolamentato, attraverso la quale i giocatori potrebbero impostare un limite di deposito massimo. Un eventuale limite ai messaggi pubblicitari del gioco, sottolinea la Commissione, «potrebbe portare a perdite di entrate»; infine, il governo svedese dovrebbe dare un «contributo mirato» ai governi municipali e locali, per aiutarli a creare strutture e servizi per il trattamento dei giocatori problematici.
La Commissione ha osservato che la recente legge sull'assistenza sanitaria e la legge sui servizi sociali ha attribuito gran parte della responsabilità per il trattamento del gioco problematico ai governi locali, ma «nessuna nuova risorsa è stata trasferita agli enti locali per far fronte a questa nuova responsabilità». In pratica, si legge nel rapporto, i governi locali devono affrontare la situazione con le stesse risorse che avevano nel 2017, nonostante siano state date loro maggiori responsabilità e il mercato del gioco d'azzardo svedese abbia subìto una trasformazione significativa.
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password