Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/05/2022 alle ore 17:43

Estero

12/04/2022 | 13:41

Ice London, Rhodes (Ceo Gambling Commission): “Innovazione non deve danneggiare il consumatore, regolatore e operatori insieme per sicurezza e legalità”

facebook twitter pinterest
Ice London Rhodes Ceo Gambling Commission

ROMA - «Il gambling rimane un prodotto per il tempo libero nel diritto britannico. Ma la verità è che si tratta ora un'altra industria tecnologica globale, come le comunicazioni o la finanza. La sua sete di innovazione è incessante e la spinta dell'operatore a competere in quello che è un mercato molto dinamico porta a cercare continuamente nuove opportunità. Ma siamo anche determinati a fare in modo che i nuovi rischi che derivano da questa innovazione non portino a ulteriori danni». Lo ha detto l’amministratore delegato della Gambling Commission britannica, Andrew Rhodes, durante il World Regulatory Briefing 2022 all’Ice di Londra. «L'industria vale circa 14 miliardi di sterline, all'incirca le stesse dimensioni dell'industria agricola del Regno Unito. Anche prima della pandemia, il gioco d'azzardo online e a distanza era più grande del tradizionale gioco d'azzardo fisico. Questa è una quota importante di un mercato finanziariamente significativo. Quasi la metà della popolazione gioca in un modo o nell'altro ogni mese. E quel passaggio all'online include un passaggio altrettanto importante al mobile. Il gioco può essere (e per alcune persone lo è) presente in ogni ora di veglia». Rhodes ha poi elencato le misure accumulate negli ultimi anni per limitare l’accesso al gioco dei cittadini inglesi: «Abbiamo vietato il gioco d'azzardo con le carte di credito, rafforzato le protezioni per i clienti di alto valore o "VIP", reso i giochi online più sicuri in base alla progettazione e migliorato l'uso della tecnologia pubblicitaria per proteggere i bambini, i giovani e le persone vulnerabili. Inoltre, abbiamo rafforzato la verifica dell'età e dell'identità e reso obbligatorio l'offerta dello strumento di autoesclusione online Gamstop per gli operatori online in Gran Bretagna. Inoltre, continuiamo a cercare nuovi modi per rendere il gioco d'azzardo più equo e sicuro». 

Rhodes ha indicato poi la strada su cui si muoverà il regolatore britannico: «Parliamo spesso molto di ciò che non va nel settore che regoliamo e delle sfide che dobbiamo affrontare. Siamo ancora troppo lontani da dove dobbiamo essere, ma quando ho detto prima che ci sono alcune verità universali, una di quelle per noi è che abbiamo visto molti miglioramenti. Le nostre indagini sulla conformità stanno iniziando a trovare ulteriori prove di buone pratiche e interventi intelligenti per rendere il gioco d'azzardo più sicuro. Tuttavia, il gioco d'azzardo è uno spazio molto politicamente, commercialmente e socialmente contestato. Sono colpito da quanta disinformazione possa esserci, da come le statistiche a volte vengano utilizzate in modo improprio o interpretate in modo errato per supportare un'argomentazione. Le accuse sono molto più comuni e i semi della sfiducia vengono seminati così facilmente da tutte le parti. Ma possiamo rendere il gioco d'azzardo più equo, più sicuro e privo di criminalità. La Gambling Commission continuerà a lottare per questo insieme agli operatori», ha concluso.

NT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Giochi New Jersey: scommesse sportive in calo di oltre il 17 rispetto al mese di marzo

New Jersey: scommesse in calo del 17% ad aprile

17/05/2022 | 19:00 ROMA - Il totale delle scommesse sportive del New Jersey nel mese di aprile ha raggiunto i 926,9 milioni di dollari, il dato più basso dall'agosto 2021 (664,7 milioni di dollari). La cifra rappresenta un calo del 17,3% rispetto...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password