Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 25/05/2018 alle ore 21:32

Estero

28/12/2017 | 16:53

Irlanda, il Governo rimanda l’aumento della tassazione sulle scommesse

facebook twitter google pinterest
Irlanda

ROMA - Niente da fare per le proposte di innalzare il prelievo sulle scommesse in Irlanda: il Governo ha deciso di rinviare almeno alla legge di bilancio 2019 le proposte arrivate per aumentare le tasse, con l’obiettivo di garantire circa 50 milioni di euro aggiuntivi allo Stato.

Attualmente in Irlanda gli operatori pagano in tasse l’1% dei ricavi lordi, quindi sul movimento di gioco complessivo. Il Dipartimento delle finanze aveva presentato tre distinte proposte, ritenute però tutte rinviabili: prima soluzione il raddoppio al 2% dell’attuale tassazione, la seconda scelta prevedeva un prelievo a “valle”, con una tassazione che sarebbe però ricaduta sugli scommettitori. In questo caso è stato proprio il Dipartimento del Ministero delle Finanze ad avvisare che una misura del genere rischiava di spingere i giocatori a rivolgersi a offerte estere non autorizzate. Bocciato anche il passaggio al prelievo sul margine, quindi al netto delle vincite pagate ai giocatori, ma che il Governo ha ritenuto non immediatamente attuabile.

PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password