Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 31/07/2021 alle ore 19:01

Estero

25/06/2021 | 12:18

Scommesse, Kenya: marcia indietro sulla tassazione al 20%, la Commissione Finanze propone il 7,5%

facebook twitter pinterest
Scommesse Kenya tassazione Commissione Finanze

ROMA - La Commissione Finanze del Kenya ha fatto marcia indietro sulla controversa proposta di tassazione delle scommesse, tagliando la percentuale dal 20 al 7,5% dopo le proteste degli operatori, in particolare Sportpesa, che aveva lasciato il mercato ed era ritornato solo quando la tassa è stata eliminata.
Il cambiamento è arrivato negli emendamenti del comitato alla legge finanziaria 2021 del Kenya, che sono stati pubblicati questa settimana.
La tassazione sulle scommesse è stata una delle principali controversie in Kenya dal 2019, quando i legislatori hanno deciso di raddoppiare l'aliquota dal 10% delle puntate al 20%. Questo aumento – che a sua volta aveva fatto seguito a un lungo contenzioso per un'imposta del 20% sulle vincite – ha portato all'uscita dal mercato degli operatori Sportpesa e Betin. Successivamente, durante la discussione della legge finanziaria dell'anno scorso, la Commissione Finanze aveva evidenziato che l'aliquota più elevata aveva portato a una riduzione delle entrate, a causa delle uscite dal mercato da parte degli operatori, e aveva proposto di eliminare completamente l'imposta. La proposta era stata accettata e convertita in legge con la firma del presidente Uhuru Kenyatta. Pochi giorni dopo, però, il segretario al Tesoro, Ukur Yatani, aveva confermato che il Governo intendeva reintrodurre la tassa, cosa che è effettivamente avvenuta con la finanziaria 2021, che ha reitrodotto la tassa al 20% dell'importo scommesso. Nel corso dell'esame del disegno di legge, la Commissione Finanze ha nuovamente modificato la percentuale di prelievo.
«L'aliquota proposta sulle scommesse è troppo alta e potrebbe non raggiungere le entrate previste, perchè la maggior parte dei giocatori opterà per piattaforme estere», ha spiegato, suggerendo di abbassare la tassa al 7,5%, ma consentendone l'applicazione sia alle scommesse che alle lotterie non di beneficenza o ai concorsi a premi.
Il provvedimento ora deve essere votato dall'Assemblea nazionale del Kenya, che potrebbe emendarlo ulteriormente, prima che passi al presidente Kenyatta per l'approvazione finale.
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password