Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 16/01/2021 alle ore 21:20

Estero

24/11/2020 | 17:17

Spagna, la Dirección General del Juego chiede al Governo una stretta sulle "loot box"

facebook twitter google pinterest
Spagna Direccion General del Juego loot box

ROMA - Classificare le "loot box" dei videogiochi come gioco d'azzardo: è la richiesta che la Dirección General de Ordenación del Juego (Dgoj) ha presentato al governo spagnolo a proposito delle casse premio virtuali presenti all'interno dei videogames che offrono, tramite microtransazioni, la possibilità di acquistare bonus e contenuti speciali per il gioco. La questione riguarda ancora una volta l'affinità rilevata tra le "loot box" e il gioco d'azzardo, visto che il loro acquisto da parte dei giocatori - anche minori - avviene senza che questi conoscano il contenuto dello scrigno virtuale. Mikel Arana, direttore generale del Dgoj, ha dunque esortato i legislatori del Congresso a sostenere l'iniziativa, chiedendo nuove norme entro la seconda metà del 2021. L'obiettivo del regolatore è di inserire le disposizioni nella riforma sul gioco approvata dal Ministero del Consumo, il cui testo finale è previsto appunto per il prossimo anno. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password