Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 24/10/2020 alle ore 21:38

Estero

15/10/2020 | 11:00

Svezia, ricerca Svenska Spel: nessun aumento dei giocatori problematici nella prima ondata della pandemia

facebook twitter google pinterest
Svezia ricerca Svenska Spel giocatori problematici pandemia

ROMA - Nessun aumento del gioco problematico in Svezia durante la prima ondata della pandemia da coronavirus: è la conclusione a cui è giunto uno studio del Consiglio di ricerca indipendente di Svenska Spel, operatore di gioco svedese di proprietà statale. Secondo lo studio, la spesa complessiva per il gioco tra i consumatori svedesi è diminuita durante i primi mesi della pandemia e il tasso di gioco problematico è rimasto invariato. Per il ricerctore Filip Lindner del Karolinska Institutet, il calo della spesa per il gioco non è sorprendente, dato il calo delle scommesse sportive dovuto alla cancellazione e al rinvio di molti eventi. Il risultato della ricerca riflette i dati finanziari pubblicati da Svenska Spel a luglio: l'operatore ha registrato un calo dei ricavi del 9,6% su base annua per il primo semestre, pari a circa 357,3 milioni di euro.
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password