Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 25/04/2018 alle ore 09:10

Estero

05/04/2018 | 16:30

Svizzera, referendum sul gioco online: “No a blocco dei siti esteri, è censura”

facebook twitter google pinterest
Svizzera referendum

ROMA - Bloccare la legge sul gioco online in Svizzera, in particolare la parte che prevede l’oscuramento dei siti non autorizzati: è la motivazione principale dei sostenitori della campagna per il “no” alla consultazione federale che si terrà il prossimo 10 giugno.

La legge federale, approvata il 29 settembre dello scorso anno, introduce la regolamentazione dei casinò su internet. Il testo permette alle case da gioco titolari di una concessione di offrire i loro giochi anche online e alle società di lotterie di proporre nuove forme di scommesse sportive. Inoltre è previsto un blocco generalizzato degli accessi a siti esteri di giochi online per proteggere gli utenti e favorire i gestori di strutture legali basate in Svizzera. Secondo il fronte del "no" il blocco degli accessi a siti di giochi online stranieri, oltre a essere considerato come una forma di censura, potrebbe essere aggirato facilmente e priverà i giocatori online di ogni protezione.

«La nuova legge è pericolosa poiché renderà accettabile la censura su internet e l'isolamento digitale. Le start-up saranno scoraggiate e di conseguenza ci sarà un crollo della competitività» sostiene il comitato, aggiungendo che la Svizzera «ha bisogno di regole ben studiate e liberali».

PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password