Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 23/10/2020 alle ore 19:02

Estero

02/07/2020 | 15:57

UK, Betting and Gaming Council: "Riforma necessaria per garantire un futuro stabile al settore giochi"

facebook twitter google pinterest
UK Betting and Gaming Council Riforma giochi

ROMA - Il Betting and Gaming Council ha accolto con favore le raccomandazioni della Camera dei Lord che, nel rapporto "Gambling Harm - Time for Action", ha chiesto al Governo di impegnarsi per una riforma del settore del gioco. L'amministratore delegato della BGC, Michael Dugher, ha sottolineato l'importanza del rapporto e ha esortato il Governo a presentare «senza indugio» una riforma del Gambling Act. «Sosteniamo le riforme e non vediamo l'ora di impegnarci col Governo per garantire un futuro stabile all'industria, concentrandoci al 100% sugli standard più elevati per un gioco più sicuro», ha detto Dugher. Il rapporto «sottolinea che circa 300mila persone hanno un rapporto problematico col gioco, ma è importante ricordare che la stragrande maggioranza dei quasi 30 milioni di adulti del Regno Unito si divertono in modo sicuro», ha sottolineato. «I livelli di gioco problematico nel Regno Unito sono rimasti sostanzialmente stabili, ma dobbiamo impegnarci per migliorare gli strumenti di autoesclusione», ha ammesso. «I nostri membri hanno già introdotto una serie di misure, tra cui un limite di tempo per l'uso degli apparecchi, il monitoraggio della spesa, la chiusura delle tipologie VIP ai minori di 25 anni e uno stanziamento di 100 milioni di sterline per la ricerca», ha continuato. «Ci fa piacere evidenziare che il rapporto della Camera dei Lord mostra che non ci sono prove concrete di un eventuale legame tra pubblicità e gioco problematico. Le entrate derivanti dalle scommesse tornano allo sport attraverso i diritti tv, la pubblicità e le sponsorizzazioni», ha sottolineato. «I nostri membri hanno compiuto passi da gigante sulla pubblicità, riducendo gli spot e vietando tutta la pubblicità dei prodotti di gioco durante il lockdown. In futuro, continueranno a impegnarsi per rendere i messaggi più sicuri», ha concluso
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password