Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 17/07/2019 alle ore 19:01

Estero

02/04/2019 | 10:43

Uk, la Gambling Commission avverte: “Niente trucchi, controlli rigorosi su taglio alle puntate dei terminali”

facebook twitter google pinterest
Uk Gambling Commission terminali fobts

ROMA - La Gambling Commission britannica è pronta a un piano di controlli rigoroso per verificare che il taglio alle puntate dei terminali scommessa - da 100 a 2 sterline per le macchine installate principalmente nei betting shops - sia correttamente messo in pratica dagli operatori di gioco. Ieri sono entrate in vigore le nuove disposizioni, a marzo i primi test tecnici per modificare i software delle macchine, adesso la Gambling Commission ha inviato una comunicazione ufficiale agli operatori per ricordare come questa misura sia indispensabile per rendere l’ambiente di gioco britannico più sicuro per i consumatori, in particolare per i soggetti più a rischio.


«Stiamo monitorando da vicino i piani degli operatori per gestire l'implementazione del taglio delle puntate e continueremo a controllare con molta attenzione per garantire che eventuali modifiche e sviluppi a questi prodotti siano fatti con un focus sulla sicurezza del cliente - ha detto Neil McArthur, amministratore delegato della Gambling Commission - Insieme al Governo e all'industria dobbiamo continuare il nostro lavoro per rendere più sicuro l'intero settore, questo include continuare a fare progressi nella realizzazione di altri prodotti più sicuri, in quanto i clienti potrebbero passare a giocare in altri modi dopo il taglio delle puntate, anche online, su cellulare e nei betting shops. È fondamentale che gli operatori investano e utilizzino dati, tecnologie e misure per identificare il gioco dannoso e possano intervenire per proteggere i giocatori quando necessario. Dovrebbero innovare per proteggere i loro clienti, così come fanno per ottenere un profitto».

«Ridurre la potenziale perdita per puntata da 100 a 2 sterline rappresenta un significativo passo avanti nella protezione delle persone vulnerabili - ha aggiunto Jeremy Wright, Segretario di Stato per il digitale, la cultura, i media e lo sport -il Governo sta studiando ulteriori misure per coloro che hanno sofferto di danni legati al gioco d'azzardo, come ad esempio una stretta sul gioco con carta di credito e quali azioni sono necessarie per affrontare il problema del gioco d'azzardo online».

Secondo il Department for Digital, Culture, Media & Sport (DCMS), il dipartimento governativo che si occupa del settore, i terminali sono attualmente 33.661, con 191 macchine nei casinò e il resto nelle agenzie: le macchine attualmente garantiscono ricavi complessivi per oltre 2 miliardi di euro, la stima è che il taglio causerà lo spostamento dei giocatori su altre offerte, con minori ricavi per 550 milioni. Il taglio alle puntate era stato annunciato a maggio dello scorso anno e interesserà i Fixed Odds Betting Terminals, i terminali che permettono di scommettere a quota fissa su eventi simulati, ma anche giochi da casinò e slot, installati nei betting shop britannici. PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password