Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/10/2018 alle ore 10:15

Estero

02/10/2018 | 17:49

Uk, scommesse in streaming su combattimenti di galli: aperta indagine su operatore internazionale

facebook twitter google pinterest
Uk scommesse streaming combattimenti di galli

ROMA - Uno streaming in diretta per poter scommettere - in maniera del tutto illegale - sui combattimenti tra galli organizzati nelle Filippine: è l’accusa lanciata in Uk dal quotidiano “The Sun”, che tira in ballo l’operatore internazionale - con base in Russia - 1XBet. Il quotidiano britannico - riporta Gambling Compliance - avrebbe le prove che almeno in un’occasione un utente collegatosi dal Regno Unito, ma spacciatosi come giocatore con residenza in Camerun, avrebbe avuto accesso alle giocate sui combattimenti tra galli. Inoltre, aggiunge ancora il tabloid, i suoi giornalisti sarebbero stati in grado - senza bisogno di login o registrazioni di alcun tipo - di collegarsi a streaming su gare di calcio di tornei giovanili, addirittura under 10. Accuse interamente respinte dall’operatore: «1XBet rispetta le regole e le leggi applicabili in ciascun Paese», ha fatto sapere un portavoce della compagnia.

Il caso, su cui sta investigando la Gambling Commission, potrebbe comunque avere delle ripercussioni sugli accordi commerciali dell’azienda: il Tottenham - che lo scorso mese ha siglato un accordo con 1XBet come betting patner per i mercati in Africa - starebbe valutando quali azioni intraprendere. Lo scorso anno 1XBet è stato al centro di una vicenda controversa in Italia: nessun combattimento tra galli, ma il contratto di sponsorship con la Lega di Serie A, come betting partner internazionale, venne sospeso dopo pochi giorni. Nel caso italiano, determinante fu la mancanza di una autorizzazione dei Monopoli di Stato per operare in Italia: il bookmaker russo inoltre avrebbe aggirato con vari stratagemmi l’oscuramento del sito nel nostro Paese. Una situazione che potrebbe essere risolta nel giro di un paio di mesi: 1Xbet – attraverso la controllata Vivaro Limited – ha infatti richiesto una concessione online ai Monopoli di Stato e, salvo sorprese, diventerà operatore autorizzato anche nel nostro paese. 

PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password