Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 16/10/2018 alle ore 10:32

Estero

20/09/2018 | 16:03

Betting On Sports, Kalma (Ex CCO Milan): "Il veto italiano agli sponsor uno shock per l'industria. E può avere effetti controproducenti" (2)

facebook twitter google pinterest
betting on sports

Lei ha ricoperto il ruolo di Chief Commercial Officer del Milan, una società con una lunga storia legata alle sponsorizzazioni provenienti dal mondo dei giochi. Oltre al fattore economico, quale potrebbe essere l'impatto di un simile divieto sui grandi club?

«Dal punto di vista sportivo metterà i club italiani in uno chiaro svantaggio competitivo nell'arena internazionale, poiché le scommesse sono uno dei settori chiave nelle sponsorizzazioni e hanno un peso economico sempre più importante. Gli altri effetti del divieto sono più difficili da prevedere, ma l'aspettativa generale è che gli operatori non autorizzati e il gioco illegale cresceranno, il che ovviamente avrà un impatto negativo su tutti gli stakeholder del settore e potrebbe determinare anche un incremento del match fixing. Infine, bisogna ricordare che chi gioca in maniera sana si diverte a scommettere e questo fattore aiuta a migliorare l’esperienza complessiva dei fan dello sport. Se ignoriamo questo aspetto e consideriamo il betting solo un problema, facendo credere che i giocatori patologici piuttosto che una minoranza siano la norma, stiamo influenzando negativamente l’esperienza positiva della maggioranza degli utenti».

Parlando invece di piccoli club, quale può essere il ruolo della sponsorizzazione del betting nelle strategie di “engagement”? Intendiamo nel raggiungere nuovi fan e sostenitori, non necessariamente nella stessa area geografica delle società.

«Se uno sponsor fa leva sui diritti che provengono da un accordo con un club, ovviamente, c’è un ritorno di immagine anche per il club. Questo fattore è valido anche a livello locale e regionale e i club ne sono consapevoli. Detto questo, anche se la visibilità aumenta la consapevolezza nei confronti di un club, questo è solo il primo passo che può portare qualcuno a diventarne un fan. Poi sono i risultati sul campo, la storia e il branding costruito intorno a quest’ultima i fattori che determinano il successo di un brand calcistico o sportivo. I club più piccoli, quindi, possono trarre grandi vantaggi dalle sponsorizzazioni, seppur limitandosi su una base regionale». AG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password