Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 23/10/2020 alle ore 10:29

Estero

07/10/2020 | 10:40

Brasile, si complica la privatizzazione della lotteria Lotex: il consorzio Igt-Scientific Games si ritira dalla procedura

facebook twitter google pinterest
brasile lotex igt scientific games

ROMA - Si complica la privatizzazione della Loteria Exclusiva Instantânea brasiliana (Lotex). Il consorzio composto da International Game Technology e Scientific Games ha deciso di ritirarsi dalla  in attesa di avere maggiori certezze dal governo federale. Le due società si erano aggiudicate il contratto per la privatizzazione di Lotex a ottobre 2019, per una somma di 817,9 milioni di real (circa 124,3 milioni di euro). Entrambe erano tenute a soddisfare un certo numero condizioni prima di poter assumere il controllo dell'attività, entro il 21 settembre 2020. In questo senso era stato fondamentale l'accordo di distribuzione con Caixa Econômica Federal, la banca statale brasiliana, nonché operatore di lotterie che controlla la distribuzione al dettaglio in tutto il paese. Il contratto, si legge in una nota congiunta Igt-Scientific Games, era stato raggiunto «dopo più di sette mesi di colloqui».
Tuttavia, «nonostante il raggiungimento un accordo sulla versione finale del contratto, più di due mesi fa, Caixa non ha autorizzato l'esecuzione della sua parte dell'accordo entro la data prevista per la scadenza, e la nostra richiesta di proroga non è stata accolta».
«I 13mila rivenditori della rete Caixa sono fondamentali per i successo delle lotterie istantanee in Brasile e senza una tale rete di distribuzione le società non sono preparate ad andare avanti», hanno spiegato Walter Bugno, vicepresidente esecutivo di Igt per le nuove attività e le iniziative strategiche, e Michael Conforti, presidente Global strategic account di Scientific Games.

La situazione si è poi ulteriormente complicata dopo la sentenza della Corte Suprema del 30 settembre: i giudici hanno stabilito che il governo federale può approvare leggi che regolino le lotterie, ma i singoli stati brasiliani hanno il diritto di avviare singolarmente attività concorrenti. Le lotterie, secondo la Corte Suprema, sono una forma di servizio pubblico e la legge federale non può imporre ulteriori restrizioni alla fornitura di tali servizi oltre a quelle stabilite nella Costituzione. La decisione ha aperto la strada ai 26 stati del paese per il lancio di prodotti concorrenti a quelli gestiti da Caixa e quelli coperti dalla concessione Lotex e potrebbe anche avere effetti a catena sulla regolamentazione delle scommesse sportive. «Di conseguenza - concludono Igt e Scientific Games - e nonostante siamo preparati a soddisfare tutte le condizioni finanziarie e non finanziarie sospese del contratto di concessione, una gestione prudente del capitale impone il ritiro dalla procedura e una rivalutazione del "business case"». Le due società prenderanno in considerazione la possibilità di rientrare se il governo estenderà il termine di autorizzazione del contratto da parte di Caixa, sottolineando che Lotex ha il potenziale per dare un contributo significativo alle casse statali.

LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password