Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 31/10/2020 alle ore 20:36

Estero

22/06/2020 | 17:59

Bulgaria, il mondo dello sport contro la legge anti-ludopatia: "A rischio la sopravvivenza di molti club"

facebook twitter google pinterest
bulgaria legge anti ludopatia

ROMA - Lo sport bulgaro si schiera contro il progetto del governo che prevede la chiusura di oltre 600 sale da gioco nel paese. Il disegno di legge presentato da Valeri Simeonov - del partito nazionalista NFSB, alleato del centrodestra alla guida del paese - ha come obiettivo il contrasto alla ludopatia e se fosse approvato porterebbe alla chiusura di 638 punti tra sale e casinò entro la fine del 2025. Una mossa che però danneggerebbe anche le principali società sportive del paese, sponsorizzate in molti casi proprio dagli operatori di gioco. «Un cambiamento del genere minaccia l'esistenza di molti club», ha obiettato ieri il Ludogorets, campione del campionato di calcio bulgaro. Sulla stessa scia anche la federazione di basket, secondo cui una legge del genere «infliggerebbe un duro colpo» a tutto lo sport del paese, mentre per l'associazione degli operatori di gioco BTAMOGI è necessario un confronto tra governo e settore per valutare l'impatto di una simile misura sull'industria e il bilancio dello stato. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password