Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/05/2021 alle ore 12:55

Estero

09/04/2021 | 11:45

Cina, pugno duro contro il gioco transfrontaliero: chiuse 3.400 piattaforme online illegali, indagate 110mila persone

facebook twitter pinterest
cina gioco illegale

ROMA - La Cina ha invertito il trend in crescita del gioco transfrontaliero attraverso una serie di operazioni nazionali e speciali condotte a partire dal 2020. Lo ha reso noto il Ministero della Pubblica Sicurezza. Secondo il ministero, la polizia cinese ha indagato su più di 17mila casi legati direttamente e indirettamente al gioco transfrontaliero, fermando più di 110mila sospettati. Inoltre, nel corso delle operazioni sono state chiuse più di 3.400 piattaforme di gioco online, più di 2.800 piattaforme di pagamento illegali e banche clandestine. Nel corso di una riunione speciale sulla lotta al gioco d'azzardo transfrontaliero, il Consigliere di stato e ministro della Sicurezza Pubblica Zhao Kezhi ha elogiato i risultati ottenuti e ha preteso che la linea dura continui. 
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password