Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 01/10/2020 alle ore 09:46

Estero

19/03/2020 | 11:34

Coronavirus, Phoenix chiude i suoi dieci casinò fino al 31 marzo

facebook twitter google pinterest
coronavirus casinò phoenix

ROMA - Phoenix ha deciso di chiudere tutti e dieci i casinò dello stato nell’ottica di contenimento del Coronavirus almeno fino al 31 marzo. La catena Gila River Hotels and Casinos è stata la prima ad annunciare lo stop per le sue sale, Wild Horse Pass, Lone Butte e Vee Quiva. Kenneth Manuel, CEO dell’azienda ha dichiarato: «In qualità di leader dei giochi e dell'ospitalità in Arizona, abbiamo ritenuto che fosse nel nell’interesse di tutti chiudere i nostri hotel e casinò per prevenire la diffusione del coronavirus. Abbiamo seguito le linee guida stabilite dal CDC, dall'OMS e dal Dipartimento dei servizi sanitari dell'Arizona. Sebbene non siano stati segnalati casi riteniamo sia, da un punto di vista etico, la decisione migliore per proteggere i membri del nostro team e i nostri ospiti. "

Nonostante le dichiarazioni iniziali che facevano pensare a un'apertura delle strutture, Casino Arizona e Talking Stick Resorts hanno confermato anche loro la chiusura fino al 31 marzo. Si fermano anche i casinò We-Ko-Pa Resort and Conference Center, Fort McDowell Casino, Cliff Castle Casino, Desert Diamond West Valley Casino e Akra Chin Hotel and Casino.
GB/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password