Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 27/02/2020 alle ore 20:37

Estero

20/09/2019 | 14:41

Filippine, maxi operazione contro gioco illegale: più 500 persone arrestate

facebook twitter google pinterest
filippine gioco illegale

ROMA - Maxi operazione nelle Filippine contro il gioco illegale. Più di 300 persone di nazionalità cinese sono arrestate nella provincia occidentale di Palawan e poi estradate, mentre altre 277 sono state fermati per nella città di Pasig, a dieci chilometri da Manila. Tutti, secondo quanto dichiarato dall'Ufficio Immigrazione, sono ricercati in Cina per truffa e frode. Si tratta di un ulteriore stretta al gioco illegale nel paese asiatico, impegnato nel contrasto agli operatori offshore. A inizio mese il presidente Rodrigo Duterte aveva annunciato di non voler accogliere la richiesta della Cina di fermare le attività di tali operatori: il blocco totale degli operatori offshore filippini (POGO) comporterebbe una consistente perdita di posti di lavoro. Il presidente aveva comunque lanciato un avvertimento agli operatori illegali, dichiarando che anche i POGO sono obbligati a pagare le tasse. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

macao coronavirus casinò

Macao: a febbraio e marzo rischio battuta d'arresto

27/02/2020 | 17:30 ROMA – In attesa di capire i dati di questo inizio di 2020, pesantemente condizionati dalla questione Coronavirus, le autorità di Macao hanno stilato i dati per lo scorso anno. Le riserve finanziare del territorio per...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password