Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/09/2020 alle ore 20:44

Estero

19/08/2020 | 15:02

Giochi, in Australia giro di vite sugli "haters": niente scommesse per chi insulta gli atleti sui social media

facebook twitter google pinterest
giochi australia haters scommesse

ROMA - Giro di vite in Australia per gli "haters" di calciatori e altri sportivi. La Responsible Wagering Australia (RWA), associazione del settore giochi, ha invitato tutti gli operatori di scommesse a rimuovere dalle loro piattaforme i clienti coinvolti in molestie e insulti gratuiti nei confronti di atleti. La RWA si è impegnata a contrastare ogni tipo di abuso con l'aiuto delle società di gioco, degli organismi di regolamentazione e dei rappresentanti degli atleti. Tutto è nato dalle segnalazioni dei giocatori dell'Australia Football League (AFL) e della National Rugby League (NRL) e dei fantini, che hanno raccontato episodi di odio gratuito sui social media. Una tendenza che ha indotto gli operatori di scommesse online a intraprendere misure drastiche per identificare e bloccare eventuali clienti che si rendono responsabili di tali abusi. «Simili comportamenti sono inaccettabili - ha dichiarato Brent Jackson, Ceo di RWA - Da oggi le società di scommesse australiane adotteranno un approccio a tolleranza zero. Nei casi in cui saremo in grado di identificare tra i nostri clienti chi si macchia di episodi del genere, procederemo con l'esclusione dalle piattaforme». Secondo Jackson «la sicurezza degli atleti e l'integrità sportiva sono una priorità e ci impegneremo al massimo per affrontare questo problema». LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password