Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/09/2021 alle ore 20:34

Estero

29/03/2021 | 14:41

Giochi a Malta, l'associazione degli operatori online: "Azioni chiare contro gli illeciti o il settore verrà danneggiato"

facebook twitter pinterest
giochi malta associazione operatori contro illeciti

ROMA - Intraprendere azioni «chiare e decisive» per contrastare illeciti di funzionari e regolatori e tutelare la reputazione del settore giochi. È l'appello lanciato da iGEN, associazione di operatori di gioco online con sede a Malta. Il comparto del gaming è la seconda maggiore industria dell'isola, e un importante hub per il gioco online in Europa. Negli ultimi mesi, tuttavia, sono emersi casi di comportamenti illeciti da parte di alcuni funzionari che, secondo l'associazione, «hanno avuto un impatto negativo sull'industria, direttamente e indirettamente. Le azioni di pochi soggetti - scrive iGEN in una nota - ricadono negativamente sul settore, che rappresenta oltre il 13% del Pil». Negli ultimi mesi diverse inchieste della stampa locale e delle autorità hanno messo sotto accusa alcuni funzionari per aver favorito interessi economici privati. «Siamo lieti che le istituzioni abbiano iniziato a prendere provvedimenti, ma resta ancora molto da fare», ha detto il presidente di iGEN, Enrico Bradamante. Il ministro dell'economia, Silvio Schermi, ha dichiarato al Times of Malta che «le istituzioni stanno facendo il loro lavoro», ma che «non è possibile mantenere per il comparto una regolamentazione obsoleta. Negli ultimi 10 anni il settore è completamente cambiato». Malta è anche in attesa della valutazione di Moneyval, il comitato del Consiglio d'Europa sulla valutazione delle misure antiriciclaggio: il rischio è di finire in una grey list di paesi ad alto rischio di criminalità finanziaria, che potrebbe avere conseguenze pesanti per l'economia. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password