Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/10/2020 alle ore 11:22

Estero

23/06/2020 | 16:00

Malta, MGA: nel 2019 rilasciate 53 nuove licenze, 44 le domande respinte

facebook twitter google pinterest
malta gaming authority

ROMA - La Malta Gaming Authority ha pubblicato la sua relazione annuale e il bilancio per l'esercizio chiuso al 31 dicembre 2019, fornendo una panoramica del lavoro svolto durante l'anno dall'Autorità. Inoltre, il rapporto include anche un riepilogo delle prestazioni del settore dei giochi maltese nel 2019 e una prospettiva per il futuro a medio termine.
Questi alcuni punti salienti del report:
- L'Autorità ha annullato 14 licenze e ne ha sospese undici. Inoltre, ha emesso 20 avvertimenti, 89 comunicazioni di violazione e 23 multe amministrative inflitte agli operatori a seguito di varie violazioni normative;
- Nel 2019 sono state ricevute 89 domande per una licenza di gioco: 44 domande sono state respinte o ritirate e 53 licenze sono state rilasciate durante il periodo in esame, comprese le licenze la cui domanda era stata ricevuta durante l'anno precedente;
- 15 persone e società sono state ritenute non conformi agli standard dell'Autorità, principalmente sulla base dei rischi di riciclaggio di denaro o finanziamento del terrorismo.
- Alla fine di dicembre 2019, il numero di società autorizzate dalla MGA, comprese le entità online e terrestri, era pari a 294.

Nel pubblicare questo rapporto, Heathcliff Farrugia, Amministratore delegato della Malta Gaming Authority, ha dichiarato: «Nel complesso, il 2019 è stato un anno molto impegnativo ma allo stesso tempo gratificante per l'MGA. Questa attenzione ha portato alla ristrutturazione interna per il migliore raggiungimento degli obiettivi dell'MGA, ed è stato anche fondamentale nella spinta verso l'istituzione dell'unità per l'integrità dello sport, con il compito di aumentare l'impegno nella lotta contro la manipolazione delle competizioni sportive. Nei suoi primi mesi, questa unità ha già firmato importanti accordi di collaborazione con organismi sportivi internazionali al fine di contrastare la corruzione legata alle scommesse e garantire l'integrità degli sport».

GB/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password