Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 16/09/2019 alle ore 19:07

Estero

12/09/2019 | 13:33

Uk, Dipartimento per il digitale contro l'azzardo nei videogame: chiesta al Governo regolamentazione delle "loot box"

facebook twitter google pinterest
uk loot box azzardo regolamentazione

ROMA -  Il Dipartimento britannico per il digitale, la cultura, i media e lo sport (DCMS) ha chiesto al Governo del Regno Unito di regolamentare le cosiddette "loot box", le casse premio virtuali presenti all'interno dei videogiochi che offrono, tramite microtransazioni, la possibilità di acquistare bonus e contenuti speciali per il gioco. Proprio questa settimana la commissione del Dipartimento ha pubblicato un nuovo rapporto sulle tecnologie immersive nel quale sono stati ribaditi i dubbi per le "loot box" soprattutto nel caso di bambini e adolescenti. Il problema, riporta iGamingBusiness, rimane l'affinità rilevata tra le "loot box" e il gioco d'azzardo, visto che il loro acquisto da parte dei giocatori avviene senza che questi conoscano il contenuto dello "scrigno". In attesa dell'auspicata regolamentazione, la commissione ha raccomandato il divieto di vendita delle "loot box" ai bambini e ha proposto il pagamento di una tassa da parte dell'industria del gaming per finanziare ricerche sui giocatori, insistendo sull'importanza della condivisione dei dati dei "videogamers". «Le loot box sono molto redditizie per questo tipo di aziende, ma hanno un costo elevato soprattutto per i giocatori problematici, oltre a esporre i bambini a potenziali danni", ha commentato Damian Collins, presidente del DCMS. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password