Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 15/06/2021 alle ore 09:05

Ippica & equitazione

12/02/2021 | 18:50

Ippica, Ippodromo Snai La Maura: nel programma di domenica spicca il Premio Pine Chip

facebook twitter pinterest
 Ippica Ippodromo Snai La Maura: nel programma di domenica spicca il Premio Pine Chip

ROMA - La 13ª giornata della nuova stagione di trotto all’Ippodromo Snai La Maura di Milano è programmata per domenica 14 febbraio dalle ore 13:20 a porte chiuse al pubblico. Il convegno è strutturato con sette prove in cui spicca il Premio Pine Chip alla prima corsa. Ma vediamo nel dettaglio la giornata milanese.

PRIMA CORSA – PREMIO PINE CHIP

Partenza con il clou del pomeriggio con un premio riservato ai più giovani. Tanto equilibrio, qualità omogenea, forse Cheyenne Selva può essere un’idea dopo la buona prova della settimana scorsa, ma anche la lesta Cayenst potrebbe emergere, specie se rimanesse davanti va però detto che quando ci è rimasta allo stacco, sulla pista, ha poi mandato via. Cris Jack va seguito sgambare, al debutto ha sbagliato a metà gara mentre cercava di risalire. Cashmere dopo il rientro va attesa in progresso, Caspian Play Font ha vinto da leader qui alla Maura ma poi ha galoppato le due volte successive.

SECONDA CORSA – PREMIO PENNWOOD

Bardo di Poggio è rientrato molto bene a Roma, è cavallo di qualità e parziale, ha tutto per poter essere il punto di riferimento della corsa. Beautiful Mind è cavalla che possiede 400 metri di qualità, parte forte ma non fortissimo per cui dovrà trovare uno schema di corsa adeguato. Beatles Boy Treb torna subito in pista dopo la rottura all’ingresso in retta di mercoledì a Torino, a sensazione è atteso da un altro percorso tatticamente complicato. La lesta Bangla d’Esi è una possibile piazzata, Beowulf Play va forte ma il sette è terribile.

TERZA CORSA – PREMIO KING PINE

Cosima Ferm ha corso sempre bene nelle due uscite sostenute, l’ultima aria in faccia calando solamente all’epilogo, qui può trovare la sua corsa. Century Breed abbassa il tiro ed avrà in sulky Roberto Vecchione, però fino ad oggi ha deluso e la seconda fila di centro non l’aiuterà. Si rivede dopo il debutto estivo Conte d’Esi, ovvio concederli una chance nonostante la lunga assenza. Coco Chanel Fior e Celentano dei Rum hanno ambizioni di piazzamento.

QUARTA CORSA – PREMIO PINEY HANOVER

Ugolinast ad Albenga ha vinto e convinto, 1.12.7 sempre all’attacco, quel giorno ha battuto Vettel Op, stavolta il contesto è più ostico ma resta la favorita. Ha stracorso pur perdendo l’altro giorno Volnik du Kras, anche oggi il compito sarà ostico ma a nostro avviso sarà comunque un primattore. Zarevic Blessed ci sta di categoria, America Ek alla prima per Castaldo è finita molto bene in spinta ma senza spazio. A Wonder Bi ambisce ad un compenso.

QUINTA CORSA – PREMIO ANNY ROC

Gentlemen di proprietà che ha nella lesta Bentley Ek, già a segno due volte quest’anno con Fabio Marchino, la cavalla da battere, sempre che riesca a saltare al via Bacio del Nord, che qualche volta in carriera è partito forte, e qualche altra volta invece no. Parte svelta anche Baby Francis, dura da valutare sull’anello milanese ma a sensazione bene in corsa. Berlino dovrà costruire, mercoledì ha corso discretamente, qui piace il giusto. Numero pessimo per Bettany.

SESTA CORSA – PREMIO PINE SPEED

Altair Etoile l’altro giorno dopo una buona giravolta ha sbagliato improvvisamente a metà della prima curva, prendendola giusta potrebbe tentare un coast to coast ad alto ritmo, ma non le sarà facile respingere Axis di Girifalco, passista grintoso, e Avrilvingtun Cam, buona finalista, entrambi però oltre ai venti metri sono al rientro da due mesi e potrebbero non essere al 100%. Aida Vdo è al top e piace ancora, soprattutto alla piazza, Alcarro Light non ha forma apparente ma questi sono gli schemi in cui dà il massimo.

SETTIMA CORSA – PREMIO SILVER PINE

Si rivede Vertudes, probabile leader e probabile favorita nonostante i tre mesi di lontananza dalle piste. Di categoria va tenuta in seria considerazione Aerodinamica, così come Vignogna Jet. Vi Prav ha perso una corsa da non perdere l’ultima volta ma qui ha ancora una chance da giocarsi. Anzon è alterno ma potente per il contesto, sorpresa di quota insieme a Senna Trio e Vida Francis. 

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password