Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 30/09/2020 alle ore 19:01

Ippica & equitazione

14/09/2020 | 15:35

Ippica, all'Ippodromo Snai San Siro nuova giornata di corse al galoppo: al via mercoledì dalle 15.10

facebook twitter google pinterest
 Ippica all'Ippodromo Snai San Siro nuova giornata di corse al galoppo: al via mercoledì dalle 15.10

ROMA - Intenso mercoledì 16 settembre all’Ippodromo Snai San Siro Galoppo di Milano, che parte dalle ore 15:10 con ingresso gratuito contingentato a mille visitatori come da Protocollo di Sicurezza Covid19. Sono sei le prove del programma così suddivise:

PRIMA CORSA – PREMIO LUCCHESI

Aperture con protagonisti le amazzoni e i cavalieri con un handicap sui caratteristici 1.400 mt in dirittura che ricorda Lucchesi, grande campione e fido compagno di Pinuccio Molteni. Campo di livello più che buono, con una preferenza sottile per YOU BETTER RUN, che ha ritrovato forma e conseguente rendimento e che può rendere al meglio impiegato su questo tracciato così particolare. Gran Pierino, che gli è finito vicino l’ultima volta, e Corruption, lanciata verso la hat-trick, sono i primi avversari, con un occhio di riguardo anche per il rientrante Admiral Rooke.

SECONDA CORSA – PREMIO PLANETARIO

Tocca alla generazione più giovane, impegnata in una maiden sul miglio di pista media per i soli maschi e castroni. Campo e livello certamente molto interessanti, dove andrà monitorato sul mercato l’inedito Cantocorale, a cui non manca il fascino, ma con la nomination che va dritta a CAPOTEMPESTA, che in realtà la sua corsa l’avrebbe vinta, prima di essere retrocesso al secondo posto dai Commissari, confermando però di poter replicare anche in questa compagnia più ostica. Olympic Hero ha debuttato bene e avrà un ruolo di prim’ordine, con a ridosso Helmwood, Sopran Brigida e You Ballade, citati in ordine di preferenza. Occhio anche all’altro esordiente, Karaki.

TERZA CORSA – PREMIO AVERT

Intricatissimo questo handicap sui 1.400 mt in pista diritta per i 3 anni ed oltre di categoria ordinaria. Tuttavia, ad onta dell’incertezza che regna alla vigilia, ci sono un paio di elementi che riescono ad intrigare in maniera particolare, Enigma Code, ampiamente comprovato sul percorso e già protagonista contro avversari più forti di questi, e GRAZIOTTO, certamente più rischioso, ma con una forma semplicemente super, come ha ribadito anche la volta scorsa, vincendo in maniera irrisoria prima di essere distanziato all’ultimo posto. Mutineer e Augeval sono altri due molto pericolosi che meritano una citazione a parte.

QUARTA CORSA – PREMIO PINACOTECA DI BRERA

Tornano di scena i 2 anni, per la divisione al femminile della maiden sul miglio di pista media, altrettanto valida e stuzzicante. Scelta quasi obbligatoria tra le tre che hanno marcato un debutto altamente promettente, Bias Power, Sonova Beach e BONJOUR TRISTESSE, con le prime due che non avranno logicamente problemi di forma rispetto alla terza citata che ha invece l’impegno più datato, ma che tuttavia ha lasciato un’impressione migliore considerando la successiva solidità che la linea ha dimostrato. Penny Billy ha corso molto meglio di quanto non dica il risultato nella sua prova più recente, ed è lecito attendersi un progresso da parte di Isabel Di Breme e Sister Night.

QUINTA CORSA – PREMIO ROMEO E ROBERTO MIRACOLI

Tutto vedere l’handicap di buona categoria per i giovani velocisti di 3 anni sui 1.200 mt intitolato a Romeo e Roberto Miracoli. Corsa ovviamente piena zeppa di pretendenti, dove ci lasciamo sedurre dalla suggestione indicando AL BERTO BACK, che alla prima e Lòhgz esperienza sulla velocità ha fatto subito centro, suggerendo interessanti potenzialità ancora inespresse. Torch Lit è ovviamente da considerarsi sullo stesso piano, dove ci sono anche Mayom e Coincidence. Non finisce qui perché Saielah e Lost In The Wind sono altrettanto agguerrite e Sopran Leila ha corso alla grandissima nel Bassignana contro gli anziani.

SESTA CORSA – PREMIO CONCOREZZO

L’infrasettimanale di corse al galoppo all’Ippodromo Snai San Siro si chiude con i 3 anni, che hanno a disposizione una reclamare sui 1.400 mt in dirittura dal livello decisamente al di sopra della categoria. Spicca su tutti l’importato NAJM, elemento ultrasolido vincitore in Inghilterra e in Francia  assolutamente quello da battere per tutti nonostante non corra da molto tempo. Blessed Force viene subito declassata dopo non aver demeritato in contesti importanti e con 4kg di vantaggio può essere molto velenosa, mentre per i compagni di allenamento Amici Miei e Cima Devil, a loro volta abituati a cimentarsi in ben altri cimenti, bisognerà vedere come si adatteranno all’accorciamento della distanza. RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password