Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 30/11/2020 alle ore 15:10

Ippica & equitazione

20/11/2020 | 15:05

Ippodromo Capannelle, domenica 22 novembre si va dai 1400 metri fino ai lunghi 2800 del Roma Vecchia

facebook twitter google pinterest
 Ippodromo Capannelle domenica 22 novembre si va dai 1400 metri fino ai lunghi 2800 del Roma Vecchia

ROMA - Ultima domenica di altissima valenza tecnica alle Capannelle. Il gran congedo segna anche la chiusura del novembre al galoppo che ha vissuto il suo momento di massimo prestigio con la giornata del Roma Champions Day, cui ha fatto seguito il sabato imperniato sulla disputa del Criterium Femminile, del Rumon e del Capannelle. In attesa di un altro pomeriggio molto interessante, l’All Weather Christmas Day, con ottime dotazioni ovviamente sulla pista "all weather" e nell’imminenza del Natale. Durante tutti i mesi di dicembre 2020, gennaio e febbraio 2021 (possibili 14 giornate complessive) sarà solo la pista "all weather" ad animare l’attività, mentre da inizio marzo (con l'augurio che tutto proceda per il meglio) e fino ad inizio giugno prenderà vita la grande primavera romana, la stagione delle classiche.  

Dunque apprestiamoci a vivere questa splendida domenica 22 novembre: otto corse in programma, due listed, un HP, una condizionata e tre perizie; questo il menu con ben sei corse sulla pista grande, giunta in splendida condizione alla fine del suo ciclo stagionale, e altre due corse sulla pista "all weather". Quanto alle distanze, si va dai 1400 metri fino ai lunghi 2800 del Roma Vecchia. La listed sui 2800, nella sua versione moderna, cerca dunque il successore di Pretending che sarà in campo anche quest'anno. A contendergli il possibile bis, Aldrodovar, Allez Italye, Fambrus, Imsexyandiknowit, Oleksander, Pretending, Unique Diamond. 

Un momento di sicura selezione sarà rappresentato dal Buontalenta (lega il suo nome anche al ricordo di Giuseppe Valiani), una delle grandi fattrici dell’allevamento Italiano ed in particolare della razza Spineta, tra le poche ad aver prodotto due vincitori di Derby, vale a dire Braccio da Montone e Bonconte da Montefeltro. Interessante cercare di capire chi potrà succedere a Party Goer, nobile laureata dello scorso anno. Prima di lei Isole Canarie, Sadilla, Reset in Bluu, Aury Touch, So Many Shots, Dark Ray fino a Quiza Quiza Quiza , Les Fazzani e Step Dancer. Ecco quindi pronte Chiaro di Luna, Dorotea, Haven Park, Ifrachy, Musa d’Oriente, Romance D’Amour, Stella di Mantova, Visions. 

Poi il miglio del Nearco, il cavallo del secolo, arriva dopo il recuperato Natale di Roma come il Signorino, Piazzale, il Di Capua, il Ribot e il Chiusura. La formula HP consente anche di rimescolare le carte grazie alla distribuzione della scala dei pesi. Siamo alla ricerca del successore di Sergio Leone, oscar dello scorso anno. Nove protagonisti in campo tra i quali spiccano i nomi di Villabate, Spirit Noir, Only Time, Amyntas e Excelegrif. RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password