Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 04/12/2020 alle ore 14:45

Ippica & equitazione

22/10/2020 | 13:45

Ippodromo Snai La Maura, venerdì c'è il trotto: si parte con il premio Speedy Somolli

facebook twitter google pinterest
 Ippodromo Snai La Maura venerdì c'è il trotto: si parte con il premio Speedy Somolli

ROMA - Consueto appuntamento del venerdì pomeriggio all’Ippodromo Snai La Maura per una nuova giornata all’insegna del trotto. Al via dalle ore 13:50 con ingresso gratuito e contingentato alle mille presenze come da Dpcm Covid-19, il programma si struttura su otto prove, vediamo quali:

PRIMA CORSA – PREMIO SPEEDY SOMOLLI

Zarina Bi deve rendere venti duri metri a Zandroz in quello che pare un match difficile da decifrare. Zarina dopo la debacle della penultima ha vinto netta a Roma, Zandroz ha perso tragicamente settimana scorsa causa un empasse ai 400 finali (gli era già capitato in passato) al momento di cambiare azione. Occhio anche a Zorro Code se si adattasse alla giravolta, Zoe Bs un’altra che può interferire.

SECONDA CORSA – PREMIO TURBO SUND

Cher Ek parte forte ed ha numero ideale per prendere la testa e cercare il coast to coast. Corsaronero Font fianco a fianco non dovrebbe superarla per cui dovrà adattarsi presumibilmente ad agire dalla sua scia. Clash Laumar, come Char Ek, ha già corso ad alto livello e può dire la sua pur con schema da verificare. Cherie Vit è cavalla svelta che può prendere un buon piazzamento, Cechov va forte ma la posizione esterna e il miglio sono due atout negative.

TERZA CORSA – PREMIO PANTHER BROLINE

Il più forte nell’insieme dovrebbe essere Abbys Wise As, che però ha due problematiche da risolvere, quella dell’avvio lento che specie sulla breve a volte è oltremodo penalizzante e quella della meccanica, troppo spesso in effetti è caduto in errore. Favorito col dubbio quindi nei confronti del lesto Admiral, piaciuto contro Agrado dove ha invertito un trend opaco. Sullo stesso piano di Admiral anche Alcatraz Club ed Alfa Wise As.

QUARTA CORSA – PREMIO MONZA – 3a PROVA CAMP. ITALIANO GD

La forma e la categoria parlano a favore di Zaffiro Gzo, che però non se la porta da casa per la presenza di Vortex Va, che non corre da una quarantina di giorni ma è soggetto tosto e in grado di girare di fuori. Unlight Grif farà posizione al via dalla quale agire allo speed, a meno che non opti per una corsa d’avanguardia, Velatri Lung è veloce e in condizione, la posizione esterna limita le ambizioni di Vigogna Jet.

QUINTA CORSA – PREMIO SACK PACK

By Luca di Venere ha fatto 1.59 scherzando al debutto, l’idea è che potesse correre 1.58, per cui sarà un favorito evidente contro Becker Grif, pure lui reduce da un due minuti a Bologna di un certo valore, e Babel Vl. Occhio a Brand Wf, alla seconda per Mollo, la prima è stata prudente ma incoraggiante. Bice Ek del Ronco è cavalla seria e in progresso, Banff Mountain sorpresa insieme a Beverly Ek se facessero il netto.

SESTA CORSA – PREMIO TEQUILA BROLINE

Blu di Prussia ha più scatto al via di Batik delle Badie per cui l’idea è che sopravanzi il rivale con tutti i vantaggi tattici del caso, il match tra i due non è scontato anche per la distanza dei 2250 metri ma pende senza dubbio verso la femmina dei Goccia. Hadriana du Mont per il numero si fa preferire a Bolt Prav.

SETTIMA CORSA – PREMIO SOMOLLI

Nessuno di G ha accettato l’ingaggio, per cui ci sono sei soggetti di F al secondo nastro. Zagor Roc è in forma, alla penultima sbaglia ai 600 finali mentre stava sfondando, la volta dopo vince scherzando, qui piace ancora anche dalla seconda fila. Zanardi Grif se gira giusto e sfila può provarci. Vega Etoile ha vinto un mese fa una G a Modena, qui deve fare di più ma è in corsa. Vasterbo Sky Hogh, Velodrome, veloce tra i nastri e Zeus Ek non sono fuori corsa.

OTTAVA CORSA – PREMIO SHEBA LOBELL

Acacia Ob Ferm ha un filo di classe in più, e con la pole dovrebbe restare abbastanza a tiro della testa, è la nostra favorita anche se la corsa è parecchio incerta. Ariast è in progresso e all’ultima corre bene duemila metri scoperta, Armoric è reduce da percorso di testa easy, certo alza un po’ il tiro, Anzon ha deluso all’ultima crollando nei 400 finali, Aber Key Lubi un altro che può dire la sua. RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password