Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/10/2020 alle ore 09:49

Ippica & equitazione

16/10/2020 | 11:25

Ippodromo Snai San Siro, grande battaglia nel segno del galoppo con sette prove

facebook twitter google pinterest
 Ippodromo Snai San Siro grande battaglia nel segno del galoppo con sette prove

ROMA - Giornata da incorniciare questo sabato 17 ottobre all’Ippodromo Snai San Siro. Primo perché è in concomitanza con l’apertura della Mostra “100 anni di emozioni” per festeggiare il secolo di storia dell’impianto del galoppo milanese, e poi perché sarà la prima delle due giornate di questo fine settimana con le visite guidate del Fai (Fondo Ambiente Italiano) in questo periodo autunnale. In pista, invece, grande battaglia a partire dalle ore 14:55 con sette prove (ingresso gratuito da piazzale dello Sport 16 e contingentato alle mille presenze come da DPCM Covid19). Vediamo insieme le corse.

PRIMA CORSA – PREMIO LUIGI GIANOLI

Apertura di riunione con le amazzoni e i cavalieri con una reclamare sul miglio allungato della pista circolare. Spicca immediatamente il nome di Alshalaal, decisamente declassato a questo livello e favorito quanto mai logico ad onta dei chili che deve rendere a tutti. Shamando arriva da una prestazione in progresso e si può considerare come il primo rivale, con i rientranti Dorian Grey e Nap Time che sarebbero pericolosi se già in condizione.

SECONDA CORSA – PREMIO MENDOSIO

Stranamente non troppo affollato questo handicap di categoria ordinaria sul doppio chilometro di pista circolare aperto a tutti. Sbaglia però chi pensa che sia una corsa facile, perché la competitività non manca di certo, con la scelta di pura suggestione che premia Big Rope, che esordisce in perizia dopo aver mostrato nelle sue maiden di avere i mezzi giusti per chiudere partite simili. Blumont e Maty Megabyte sono invece delle opzioni tanto logiche, quanto calde.

TERZA CORSA – PREMIO DONCASTER

Si torna a reclamare, ma questa volta ci sono i puledri di 2 anni impegnati sui 1.500mt di pista circolare. Senza inventare niente si va con la coppia formata dai due recenti vincitori, Come To Run e Helmwood, non a caso i più gravati del gruppo, e con il secondo citato che si fa preferire perché, di fatto, abbassa il tiro. Isola Borromeo e Amazing Lady hanno esordito bene nella categoria e possono certamente intervenire sull’auspicabile progresso e con il vantaggio di peso e attenzione anche a Sopran Fernanda, già positiva in una prova analoga.

QUARTA CORSA – PREMIO OLONA

Tutti handicap da qui alla fine, il primo dei quali è sui 1.400mt di pista circolare per i 3 anni ed oltre. Non certo a caso si va con i pesi alti, con una nomination decisa per Sharkattack, elemento consistente e regolare con due vittorie nelle ultime quattro e senza nessuna controindicazione che accompagna la sua vigilia. You’re Serious e Cadeaux D’Amour sono gli avversari più ostici che avrà di fronte, mentre chi cerca una quota grassa può rivolgersi a High Honour, rivisto finalmente pimpante nella sua ultima a apparizione.

QUINTA CORSA – PREMIO BUSCATE

Stessa categoria della prova precedente per questo handicap sul miglio di pista circolare aperto a tutti. Anche in questo caso le candidature più rilevanti sono tutte nella parte alta della scala dei pesi, e se Lang Toun Lady e Star Fruit se la mergerebbero vista la loro serie di validi piazzamenti, per una maggiore cattiveria agonistica più di loro si preferisce Brillante Blu, che la sua prestazione la fornisce sempre e con una forma ampiamente comprovata. Gran Moff Tarkin è invece più alterna nel rendimento, ma in questa compagnia non può non essere in prima linea.

SESTA CORSA – PREMIO CISTELLA

L’ultima parte del pomeriggio è tutta per i 3 anni, prima con i fondisti impegnati in un handicap sul miglio e mezzo allungato di pista circolare. Situazione molto fluida, anche se Giorgius resta in ovvia prima linea in virtù della evidente fase di crescita, guarda casa non appena ha cominciato ad allungare la distanza. Sullo stesso piano si colloca Alcanto, finito virtualmente in linea in una corsa più dura di questa, e vanno ugualmente rispettate Secret Mountain e Trafalgar, vincitrici a livello più basso. Attenzione al debuttante in handicap Truly Together.

SETTIMA CORSA – PREMIO ASSAGO

La giornata di corse e di eventi all’Ippodromo Snai San Siro Galoppo di Milano si chiude con il Quintè, un handicap sul miglio allungato di pista circolare riservato ai soli 3 anni. Gira e rigira può essere arrivata la volta buona per Sopran Manny, due volte battuto dalla stessa avversaria nelle sue ultime due apparizioni, in cui ha comunque confermato di avere tutte le cose al posto giusto per colpire, compreso il terreno allentato. Lekhin, Lady Bardiggiana e Rosetta O’Hara, finiti nell’ordine in una prova analoga di due settimane fa, formano un’opposizione non troppo disposta a fare sconti, con la stessa Good Girl che conterebbe tantissimo sul numero della sua penultima apparizione. RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Ippica Ippodromo Snai La Maura Vistamar

Ippica, all’Ippodromo Snai La Maura Vistamar non delude

21/10/2020 | 08:44 ROMA - All’Ippodromo SNAI La Maura convegno di trotto del martedì da incorniciare per Vittorio Bosia, a segno in entrambe le prove riservate ai gentlemen driver tra cui anche il Premio El Più Light, la maratonina...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password