Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 01/12/2020 alle ore 21:22

Ippica & equitazione

03/11/2020 | 08:45

Ippodromo Snai San Siro, il Premio Speroni apre l'ultimo appuntamento infrasettimanale della stagione

facebook twitter google pinterest
 Ippodromo Snai San Siro il Premio Speroni apre l'ultimo appuntamento infrasettimanale della stagione

Quello di mercoledì 4 novembre sarà l’ultimo appuntamento infrasettimanale della stagione all’Ippodromo Snai San Siro Galoppo di Milano e prevede un programma misto tra corse in piano e prove ad ostacoli a partire dalle ore 13:20 e a “porte chiuse” al pubblico come da Dpcm Covid19. Sono sette le prove della giornata:

PRIMA CORSA – PREMIO VITTORIO SPERONI

L’apertura è riservata alle amazzoni e ai cavalieri con il tradizionale handicap intitolato a Vittorio Speroni sui 1.400 mt in dirittura. La forma spingerebbe dalla parte di Zar Dei Grif, sempre regolare ed ottimo secondo nella Finale del GP Bottanelli, ma la suggestione invece fa passare in favore di DAOUB, al debutto italiano in handicap dopo una prestazione molto intrigante sulla pista e la distanza. L’ospite toscana Isole Eolie arriva in un buon momento e occhio anche al dotato Big Riot.

SECONDA CORSA – PREMIO NORTH BAY

La parte del programma per i saltatori comincia con una vendere sulle siepi basse sul doppio miglio. Al di là dell’aspetto strettamente tecnico-qualitativo, è una corsa stuzzicante, perché contano in tanti, certamente Desperados e Dundee Lodge, che hanno appena vinto puntando al pronto bis, altrettanto Dalton, che rientra da febbraio ma declassandosi a questo livello, e probabilmente più di tutti MORNING STAR, rivistosi decisamente tonico nella sua ultima apparizione in una compagnia molto più forte di questa e non bisognoso del suo migliore standard per tornare al successo.

TERZA CORSA – PREMIO ANTARES

Stessa specialità e stessa distanza rispetto alla prova precedente e ancora per i 4 anni ed oltre ma la categoria sale. La candidatura più convincente è quella di SAINT JULIAN, che ha mancato la hat-trick ma correndo ugualmente molto bene contro il successivo vincitore del Citterio a certificarne la forma ottima. Non potrà permettersi passi falsi però, perché Kazoo avrà ancora il dente avvelenato per la beffarda sconfitta su cui resta, Korfu sarà verosimilmente più efficace rispetto all’ultima volta e lo stesso Capitoul si presenta da una prestazione in deciso progresso.

QUARTA CORSA – PREMIO WHISPIN

L’ultima corsa per i saltatori è per gli specialisti dello steeple, che hanno a disposizione una vendere sui 3.600 mt per i 5 anni ed oltre. Scelta per nulla semplice, anzi, ma, stringendo il cerchio al massimo possibile, rimangono BURROWS LANE e Le Moulleau, assolutamente inseparabili sulla carta e pure sulla buona forma edita, ma con il primo citato che potrebbe fare meglio per il preventivato test di stamina più selettivo. Let It Go Papa è molto di più di un semplice terzo incomodo, mentre Rubens e Starman sono due sorprese tutt’altro che impossibili.

QUINTA CORSA – PREMIO FIUMELATTE

La parte in piano del giorno parte con un handicap per i 3 anni ed oltre di discreta categoria sui 1.400 mt in dirittura. Proviamo con il top weight AFFIRMATIVE REPLAY, i cui tanti chili in groppa sono ben motivati dal suo curriculum, ribaditi da una prestazione volitiva nel Fiume, che potrebbe addirittura bastare traslata in questa compagnia. Biz Honor e Mutineer non saranno troppo d’accordo e possono mettere sul piatto una fresca vittoria su questo percorso particolare, con lo stesso Belkhab mai fuori dal marcatore nelle sue ultime cinque uscite.

SESTA CORSA – PREMIO MONTENAPOLEONE

Tocca alla generazione più giovane, impegnata in una nursery di buona categoria per i velocisti puri sulla distanza minima. Anche in questo caso ci affidiamo al top weight, l’ospite romano PRINCE OF BRACCIO, affatto malvagio in una condizionata valida e proveniente da un team che sa muoversi molto bene con le proprie pedine. Flocon D’Or e Piratabus debuttano a loro volta in perizia venendo da categorie meno ostiche ma dopo aver dimostrato di poter essere dei prospetti positivi per questo tipo di corse, anche se la minaccia più grande arriverà da Alessia Jet, reduce da una piazza d’onore promettente ad un livello inferiore.

SETTIMA CORSA – PREMIO OGLIO

L’ultimo infrasettimanale del 2020 all’Ippodromo Snai San Siro Galoppo di Milano si chiude con un handicap di buona categoria sullo sprint puro dei 1.000 mt per i 3 anni ed oltre. Pochi ma buoni, e tutti in grado di vincere, compresa PIZZO CARBONARA, sempre molto valida ma sorprendentemente e tremendamente efficace anche in versione flyer ed ora in una quanto mai logica pole position. Black Canyon, Yakima e Stealth Mode si sono già scontrati contro di lei con alterne fortune e sono avversari pronti a dar battaglia, ma pure il giovane Torch Lit e la ficcante Gregarious Girl non partono di certo battuti. RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password