Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 04/12/2020 alle ore 09:38

Ippica & equitazione

20/10/2020 | 12:15

Ippodromo Snai San Siro, mercoledì “misto” tra piano ed ostacoli e strutturato su sei prove

facebook twitter google pinterest
 Ippodromo Snai San Siro mercoledì “misto” tra piano ed ostacoli e strutturato su sei prove

ROMA - Come antipasto l’atteso appuntamento di fine settimana l’Ippodromo Snai San Siro Galoppo Milano propone un mercoledì “misto” tra piano ed ostacoli a partire dalle ore 14:50 e strutturato su sei prove (ingresso gratuito e contingentato alle mille presenze come da Protocollo di Sicurezza Covid-19).

PRIMA CORSA – BULLONA

Apertura di riunione con i saltatori impegnati in un Handicap Limitato sui 3.200 mt in siepi per gli anziani. Tasso di competitività molto elevato, con una lievissima preferenza per Santa Klara, altrettanto efficace sia in siepi che in steeple, e con il top weight che deve sopportare che spiega da solo i risultati ottenuti. Ivo e Duke Is Back hanno vinto e convinto nel loro rispettivo ultimo ingaggio e hanno tutte le possibilità del mondo di concedere il bis, e sullo stesso piano va collocato anche Toi Meme, appena rientrato molto bene e da attendersi in progresso dopo il rodaggio.

SECONDA CORSA – PREMIO CRITERIUM AMBROSIANO

Tocca subito ai puledri di 2 anni, che possono contare su una ricca condizionata per i velocisti puri sulla distanza minima. Pochi ma buoni, con un pronostico ed un conseguente esito tutt’altro che scontato, con una lievissima preferenza per Captain Magnum, che ha subito colpito al suo esordio in Italia precedendo la successiva vincitrice del Pandolfi suggendo di poter serenamente costruire ulteriormente su quel numero. Live On Stage ha appena vinto in grande stile una condizionata di un certo spessore alle Capannelle e sarà un osso duro da digerire, e non va troppo sottovalutato neppure Casus Belli, a segno in maiden con del buono da spendere e in chiara fase ascendente. Sarà il mercato a dirci qualcosa sul suggestivo Mikyphelps.

TERZA CORSA – PREMIO CELESTE CITTERIO

Si torna a saltare con il Citterio, tradizionale appuntamento per i 5 anni ed oltre sui 3.600 mt del tracciato in siepi. Di fatto è un Gran Premio a vedere il campo partenti, con Laldann che deve per forza di cose essere collocato in pole position non solo per l’inizio ottimo di carriera, ma anche ricordando che su questa pista ha corso due volte la scorsa primavera vincendo in entrambi i casi. Live Your Life è il logico avversario principale, ma senza trascurare il compagno di colori Mensch, con i due che formano una scuderia tostissima che potrebbe giocare tatticamente in coppia. Ovviamente nessuno si dimentica di Piton Des Neiges, candidato altrettanto pesante, con Namoun che può essere una sorpresa intrigante.

QUARTA CORSA – PREMIO LAINATE

L’ultima prova per gli ostacolisti è il Lainate, altro appuntamento classico sui 4.000 mt in steeple per gli anziani. Edizione dal livello tecnico sempre valido, ma dalla carta non semplice da valutare, con Quinze De La Rose che alla resa dei conti pare l’opzione con il miglior rapporto qualità prezzo, considerando il rientro decisamente valido in cui si è addirittura mostrato in progresso rispetto al già ottimo inverno scorso. Capivari e Martinstar arrivano da un Merano deludente ma hanno carta e mezzi per cercare il pronto riscatto, e una valutazione simile là si può applicare anche per Quick Davier, reduce da un periodo un po’ complicato ma con doti assolutamente indiscutibili.

QUINTA CORSA – PREMIO UNIONE ITALIANA FANTINI

Si torna in piano con questa condizionata per i 3 anni ed oltre sul doppio chilometro di pista grande. Anche qui abbiamo un campo ristretto ma formato da ottimi elementi, dove lo schema tattico sarà ancor più importante del solito ma con SIBERIUS che merita la nomination, sia in generale, sia nel particolare valutando la recente piazza d’onore appena conquistata. Aurelius In Love è il più titolato della compagnia e nell’Italia si è riproposto sul suo standard migliore, ma avrà bisogno di un corsa selettiva per rendere al meglio e questo potrebbe anche non accadere. Lexington Quest invece potrà andare in testa a graduare e sarebbe pericoloso concedergli spazio, con gli stessi Zio Reginaldo e Kaiser Soze che a loro volta non partono affatto battuti.

SESTA CORSA – PREMIO LACCHIARELLA

La giornata all’Ippodromo Snai San Siro Galoppo di Milano si chiude con l’unico handicap del programma, un intrigante 1.800 mt in pista media aperto a tutti di buona categoria. Harbour A Secret, Storm Shelter, Criminal Grey, Piazza Di Siena e Sweet Chily, citati in ordine di preferenza per quanto leggero, sono tutti elementi in forma ampiamente comprovata che ci stanno girando attorno, ma l’idea è di concedere la chance del riscatto a Katsumoto, troppo brutto per essere vero nella sua ultima sortita sia pure con qualche attenuante, ma di certo con chiare e logiche possibilità di vittoria se valutato sulla precedente prestazione fornita, e senza contare che potrebbe anche agire da front-runner incontrastato. RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password