Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 09/12/2022 alle ore 20:37

Ippica & equitazione

15/04/2022 | 13:25

Ippica, all'Ippodromo Snai San Siro Pasqua e Pasquetta con le corse e tante sorprese per i bambini

facebook twitter pinterest
AL L IPPODROMO SNAI SAN SIRO PASQUA E PASQUETTA CON LE CORSE E TANTE SO RPRESE PER I BAMBINI

ROMA - A Pasqua e Pasquetta l’Ippodromo Snai San Siro di Milano apre gratuitamente i cancelli al pubblico – dalle ore 12 alle ore 18.30 – con un programma ricco di iniziative e sorprese dedicate sia agli appassionati ippici, con due avvincenti giornate di corse, sia alle famiglie, e soprattutto ai bambini, con attività gratuite per i bambini dalle ore 14 tra le quali la caccia all’uovo di Pasqua.

Partiamo da domenica con la 13^ giornata stagionale che inizia dalle ore 15:05 ed è strutturata su sei prove. Apertura con le amazzoni e i cavalieri per il Premio degli Amatori, un handicap di categoria ordinaria sui 1.400metri in dirittura. Scelta molto sottile quella che si prospetta tra Allocco e Gordon Gekko, che non devono certo dimostrare niente a nessuno, soprattutto su questo tracciato particolare e nelle attuali condizioni di forma, ma con il secondo citato che si preferisce di un pelo solo per il feeling ultra-certificato con la sua amazzone. Gagliardo non è troppo lontano nella valutazione e potrebbe anche fare il colpo, e occhio a Love Emperor, che torna sul luogo del delitto, avendo colpito a quota shock sulla pista e la distanza.

La serie delle corse per i 3 anni, invece, parte con il Premio Grabiasca, un handicap di buona categoria per i fondisti sul miglio e mezzo allungato di pista media. Si ritrovano di fronte Zain Master e Sopran Pechino, finiti primo e secondo nel loro comune ultimo ingaggio e tra loro assolutamente inseparabili con gli attuali pesi rivisitati. Occhio però, perché tra i due litiganti potrebbe spuntare a quota golosa Belted, in forma e molto sfortunato nella sua recente piazza d’onore, quando però ha suggerito di poter marcare un certo miglioramento allungando la distanza. Love The King è un altro che sta correndo bene e che può recitare un ruolo importante.

Il livello sale con la 3^ prova di giornata, una condizionata sul doppio chilometro di pista media per i 3 anni per il Premio Pessano, che può rappresentare una strada alternativa al posto del Filiberto in vista del Derby. Derby al quale non potrà partecipare Que tempesta, essendo un castrone, ed è un vero peccato, perché anche in occasione del suo rientro, in cui ha maturato una sconfitta beffarda, ha dimostrato di avere delle potenzialità assolutamente esaltanti. Non se la porta da casa però, perché Tramaglino e Arkadius hanno entrambi vinto e convinto in occasione dei loro vittoriosi debutti e affascinano non poco, e pure Arc On Fire è atteso in progresso dal rientro. Tutto da scoprire l’ospite Regi Csibesz.

Si torna in handicap con il Premio delle Scuderie, tradizionale handicap di ottima categoria sul miglio di pista media per i 3 anni. Pochi ma buoni, ma soprattutto tutti in grado di vincere e nomination più sottile che mai, con Lagomago forse più meritevole sulla scorta del suo recente secondo posto di notevole valore in una corsa molto selettiva che ha già avuto conferme. Griffe De Chat non gli è finito molto dietro e gradirà il ritorno sulla curva, anche se ancor più pericoloso può rivelarsi il toscano De Trosiville, che affronta la trasferta in un momento di grandissima ascesa.

Si resta sul miglio di pista media anche alla 5^ corsa, nel Premio Sarnico, con una condizionata per i 3 anni, un ultimo eventuale treno in vista del Parioli. La candidatura più intrigante è quella del dormelliano Breughel, che ha già fatto intendere di essere un elemento potenzialmente di una rilevanza top, e che, dopo aver provato la distanza più selettiva, torna ad accorciare. Sarà testato soprattutto da Ira Degli Dei, a sua volta super affascinante alla luce di un debutto vittorioso con tanto di circoletto rosso, e se Master Ducth e Musicante sono due elementi validi che saranno un’affidabile pietra di paragone, si dovrà monitorare il betting per l’importata Shurut.

La domenica di Pasqua all’Ippodromo Snai San Siro si chiude con un altro appuntamento di tradizione, l’handicap intitolato a Maslogarth, un doppio chilometro in pista media di buonissima categoria per i 3 anni. Anche qui non inganni in campo ristretto, perché la vigilia è più intricata che mai, con un possibile voto per Tumultuos, appena andato a segno in una prova analoga con la cattiveria giusta per poter tenere la penalità al peso e concedere il bis. Zirol è un altro che arriva qui lanciato da una bella vittoria giunta in progresso con possibilità di un ulteriore passo avanti e pure Bad Drake si presenta in chiara fase ascendente con le sue brave possibilità. Attenzione anche a Heavy Loading, elemento dotato ma ancora dal carattere tutto da maturare.

Nel pomeriggio del Lunedì dell’Angelo, invece, sono gli anziani ad aprire la riunione di corse, sempre dalle ore 15:05, con una reclamare sulla distanza ibrida dei 1.800metridi pista media per il Premio Oreno. Campo partenti molto eterogeneo, con Frutireu che sarebbe quasi imbattibile se dovesse tornare sul suo migliore standard ma che non sta certo volando nel periodo, facendo così passare dalla parte di Heartfield, a sua volta un po’ deludente l’ultima volta dopo il buon rientro, ma che in questa compagnia è la base più solida cui poggiarsi. Doesnt’ Make Sense e Wealth Of Love sono a loro volta ben declassati a questo livello, ma entrambi ben lontano da una forma quanto meno buona.

Ecco la prima delle tre maiden per giovani, quella sui 1.800metri di pista media per il Premio Scuderia Andy Capp. Sarà ancora una volta in primissima linea Gold Tango, che può trovare quel qualcosa in più che gli è spesso mancato affrontando una pista più selettiva, ma i suoi cinque secondi posti nelle ultime uscite raccontano di un soggetto non propriamente cattivo a fil di palo, orientando così la scelta verso Rcok Life, già chiacchierato nel Gardenghi ed autore di una prestazione molto buona dalla quale migliorerà senza dubbio, e senza contare che il vincitore di quel giorno ha certificato la linea. Anche Mercantini ha esordito bene e se la gioca, esattamente come Oseias, migliorato molto alla seconda uscita.

Ancora 3 anni e ancora in maiden con il Premio Scuderia Aurora, ma qui si accorcia sui caratteristici 1.400metriin dirittura. Innanzitutto, bisognerà monitorare l’andamento del mercato per il gruppetto di inediti affascinanti, soprattutto Sopran Barclay e Valuta Legale, ma per quello che si è visto in pista si può circoscrivere la scelta tra Sunny Gold e Just Accord, da valutare certamente sullo stesso piano, e se il secondo può trovare proprio su questa distanza particolare il suo ideale, il primo è leggermente preferito per la maggior solidità dei suoi riferimenti. A questi si aggiunge Segretario, finito come un missile nella sua ultima sortita, in cui ha ribadito da un lato un carattere per nulla facile, ma dall’altro di avere dei mezzi indiscussi e tutti da scoprire.

Il primo handicap del pomeriggio è il Premio Solaro, un miglio di discreta categoria sul miglio di pista media per i giovani di 3 anni. Proviamo con Plouvien, che ci sta girando attorno nel periodo, anche a livelli leggermente superiori di questo, e con tutte le cose a posto per andare a segno. Dovrà fare i conti con una coppia certamente agguerrita, formata da Bionda Bella e Ambiziosa Donna, molto vicine tra loro nella valutazione, e con possibilità quanto mai evidenti. Carta alla mano questo terzetto si presenta alla viglia un gradino sopra il resto della compagnia.

Tocca alle femmine di 3 anni, alla 5^ prova di giornata per il Premio Lady M, che hanno a disposizione questa maiden sui 1.800metridi pista media tutta per loro. Tasso di competitività assolutamente al top, con parecchie di queste che si sono già messe molto bene in luce, come High Level ad esempio, due volte seconda in altrettante uscite e proveniente da un training che sta colpendo a ripetizione a San Siro. Sopran Teodora ha debuttato alla grande, e lo stesso dicasi di Delila Board, e se Flash Of The Blade verosimilmente non sarà quella opaca del rientro, anche Valzer, Eutropia e Hobby Night reclamano la loro giusta fetta di pronostico. Non finisce qui, perché c’è da vedere anche la debuttante Lachaise, dalla genealogia meravigliosa.

Il Lunedì di Pasquetta all’Ippodromo Snai San Siro di Milano viene chiuso dal secondo handicap per i 3 anni, della stessa categoria del precedente ma allungato sul doppio chilometro e valido per il Premio Vergano. Contano certamente molto i due recenti vincitori Cross Road e Al Joy, che hanno entrambi colpito con gran decisione, suggerendo nel contempo con forza di poter reggere la reazione dell’handicap per, ma ancor più di loro stuzzica Grey Wisteria, che esordisce in perizia non a caso con il top weight, avendo fatto vedere cose molto interessanti nelle due prove disputate qui a Milano. Occhio anche a Bouganvillea, anche lei al debutto in handicap dopo le tre corse di qualifica in progresso.

RED/Agipro

Foto: Dena - Snaitech

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password