Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/09/2021 alle ore 20:42

Ippica & equitazione

06/08/2021 | 08:52

Ippica, all'Ippodromo Snai Sesana Dartagnan Op è protagonista

facebook twitter pinterest
ALL’IPPODROMO SNAI SESANA DARTAGNAN OP È PROTAGONISTA

ROMA - All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme primo convegno di agosto che si avvicina, a grandi folate, all’appuntamento clou della stagione, il Gran Premio Città di Montecatini programmato come da tradizione per il giorno di Ferragosto. Delle sette corse di questo giovedì sera la moneta più ricca era riservata ai puledri di 2 anni impegnati nel Premio Eternity Rex sul doppio km: se è forse improprio parlare di sorpresa per cavalli alle prime armi – e per di più impegnati su una distanza impegnativa – di certo il pronostico della vigilia era sbilanciato nettamente dalla parte di Jinx dopo la buona impressione destata dalla svedese nella prova di debutto. L’importata allenata da Gennaro Casillo e guidata nell’occasione da Giuseppe Lombardo jr trovava però un avversario ostico in Dartagnan Op: sfilato facilmente al comando malgrado di avviasse dal largo della fila, il figlio di Ringostarr Treb e News Rivarco diceva di no alla favorita lungo tutto il percorso, si scrollava di dosso la marcatura della rivale in retta e si imponeva a media di 1.19.4. Buona l’impressione destata dal “moschettiere” di Riccardo Pezzatini, in progresso rispetto alle precedenti uscite. Terza a contatto terminava Dyana Indal, mai nel vivo gli altri. Ad aprire il convegno è stato il Premio Country Kae Sue, prova a resa di metri per cavalli di 4 anni: un bravo va a Manuele Matteini che dopo 300 metri è riuscito ad anticipare le mosse del compagno di nastro Barbabietolo Pel presentandosi per primo sull’avvantaggiato Balzac dal quale ha prontamente ottenuto via libera: una volta in testa, il portacolori di Christine Krug ha completato un primo km tranquillo in 1.19 e ha poi accelerato in progressione nell’ultimo giro, tenendo a distanza di sicurezza il coetaneo di Afrim Shmidra che ha provato vanamente l’attacco nei 300 finali. Media di 1.16.1 per il vincitore, giunto alla settima vittoria in 22 uscite. Barbabietolo Pel ha concluso al secondo posto su Bahama dei Greppi, con Bel Gnaro Lucy quarto coronando un buon recupero dopo errore iniziale. Ancora i cavalli di 4 anni nel Premio Cr Renegade: con Martin Levacovich in sediolo, Boris del Ronco sfilava in breve su Belina, accelerava di scatto sul penultimo rettilineo e in retta aumentava ulteriormente il vantaggio sui rivali centrando la seconda vittoria della carriera, a media di 1.17.3. Best Love Amg si industriava al largo ma si gettava di galoppo sull’ultima curva nel tentativo di scendere secondo in corda: a svettare per il secondo posto era così Birbone dei Colli che scattava per le vie brevi e vinceva la volata per il posto d’onore su Bey Bey Paz e Bahia dei Greppi, finita forte al largo. in errore nella fase iniziale Belgique Best. Sempre per il training di Roberto Gradi, Martin Levacovich si ripeteva prontamente nel Premio Dover Dan, la prova sul miglio per anziani di cat. G, grazie a Zodiaco Matto: il portacolori della signora Martina Rago si impegnava in una graduale risalita esterna, al km sfilava senza colpo ferire al comando sull’errore del battistrada Utopico Grif e nel mezzo giro finale era capace di ribattere colpo su colpo agli attacchi di Twitter di Casei per chiudere la partita a media di 1.15.2. Twitter di Casei si doveva adeguare al secondo posto davanti a Vuitton Ferm che ne aveva seguito le mosse all’esterno (subendo anche un brusco anticipo dal rivale).

Perfetto coast to coast di Akiko Font nel Premio Rugiada dei Rex, l’invito sul miglio per cavalli anziani con alla guida i proprietari: ben interpretata da Guido Gnoffo, l’allieva di Alessandro Baldi andava di pacca al comando e nell’ultimo giro replicava brillantemente al pressing di Aaron del Ronco, ritrovando così la via della vittoria a media di 1.14.7. Aaron del Ronco restava valido secondo mentre Zilli salvava il terzo dal finale di Zuko Legend. Guido Gnoffo da proprietario e Alessandro Baldi da trainer bissavano nel Premio Cr Kay Suzie grazie al successo (il primo della carriera) di California: alla diciassettesima uscita, la figli di Quite Easy con Edoardo Baldi in cabina di regia coglieva un lancio perfetto dal 6, allungava nell’ultimo giro sull’avanzata di Cronos Caf e si difendeva bene sino in fondo a media di 1.16.9. L’attaccante Cronos Caf pagava in retta lo sforzo e veniva rimontato da Crisper, mentre Cesare dei Veltri chiudeva quarto a contatto ma veniva distanziato dall’ordine di arrivo per un danneggiamento ai danni di un rivale. In chiusura arrivava la vittoria di forza d Vasty di Poggio nel Premio Tuonoblu Rex (per il secondo successo della serata di Edoardo Baldi): il portacolori della scuderia Mistero si portava subito ai lati di Panfollia, si sbarazzava del battistrada già sul penultimo rettilineo e in retta allungava per concludere indisturbato a media di 1.15.1. Panfollia, poco reattivo, si gettava di galoppo sull’ultima curva e così poteva chiudere seconda senza patemi Ambra Matto precedendo Vento del Pino, mentre Zar degli Ulivi si era eliminato al via.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password