Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 02/10/2022 alle ore 17:19

Ippica & equitazione

09/09/2022 | 17:43

Ippica, all'Ippodromo Snai San Siro nella domenica di corse spicca il Premio Ippolito Fassati di Balzola

facebook twitter pinterest
All'ippodromo Snai San Siro nella domenica di corse spicca il Premio Ippolito Fassati di Balzola

ROMA -  All’Ippodromo Snai San Siro galoppo secondo appuntamento post pausa estiva dopo quello di mercoledì scorso. Il nuovo programma, che si vivrà domenica 11 dalle ore 14:25 sul circuito milanese, è composto da sette prove tecnicamente interessanti. In particolare il Premio Ippolito Fassati di Balzola, la tradizionale listed sui 1.800 metri di pista media per i 3 anni al rientro. Ma anche le altre corse hanno degli spunti interessanti. Nella stessa giornata, per le famiglie e i bambini, è programmato anche l’intrattenimento gratuito nell’area animazione, grazie allo staff della Fondazione Francesca Rava, e i ponies del CIL (Centro Ippico Lombardo) che potranno far vivere ai piccoli visitatori l’emozione del ‘Battesimo della sella’. Tornando al programma di corse, apertura di riunione con una condizionata per i maschi 2 anni, intitolata a Ferruccio Gorni. Come sempre campo ridotto ai minimi termini, ma del resto è logico che sia così, con i riflettori tutti puntati su Vero Atleta, runner-up del Primi Passi non senza qualche recriminazione per comprensibilissime ragioni di esperienza ma molto atteso per la sua stagione autunnale, soprattutto con l’esame distanza che giustamente gli viene richiesto subito all’inizio. Alf Moon sarà un antagonista interessante, avendo vinto al debutto con buone sensazioni, anche se in una compagnia ancora da verificare, con lo stesso Sopran Blakey che lo sarà altrettanto, che dopo essere partito dalle categorie più basse, ha già colto un piazzamento in listed esprimendosi in costante miglioramento. Restano di scena i maschi di 2 anni nella seconda rosa, che hanno a disposizione una interessantissima prova per debuttanti intitolata ad Ancilla Ferrario. Ovviamente, come sempre in questi casi, saranno fondamentali i suggerimenti che arriveranno dai movimenti delle scommesse, oltre che da un attento esame al tondino, o qualche notizia trapelata da scuderia, anche se quello che riesce a guadagnarsi la prima citazione è Moqui Marble, dalla genealogia certamente molto accattivante e dalla provenienza che offre garanzie più che solide. Monaldo e Sopran Leger sono altri due verosimilmente tra i più gettonati, con Dadream a sua volta da monitorare. Per la terza uscita, dopo i maschietti, tocca alle femmine di 2 anni, per la condizionata gemella di quella di apertura sui 1.500 metri di pista media, sponsorizzata da Goffs Irlanda. Alla vigilia e per quello che si è visto in primavera, non si scappa da Aloa, che dopo aver vinto con il classico circoletto rosso al debutto, si è imbattuta in un autentico mostro nel Mantovani, potendo essere solo seconda ma fornendo in ogni caso una prestazione senza dubbio molto valida, che può certamente migliorare. Dream O Reality è una puledra seria ed affidabile e sarà certamente pronta ad approfittare di eventuali passi falsi della favorita, con Miss Baker più o meno sullo stesso piano e con la tedesca Eliana che prima del via è la meno quotata del quartetto, ma che non stupirebbe nessuno se dovesse lasciarsi bene alle spalle la sua prova di esordio.

Alla quarta corsa in pista le femmine di 2 anni al debutto, ancora sui 1.500 metri di pista media, per il Trofeo ITM (Irish Thoroughbred Marketing). Campo partenti più corposo, ed è certamente una cosa positiva, e pertanto varranno ancor di più le indicazioni di cui si diceva in precedenza, ovvero movimenti del betting, esame al tondino e notizie da radio-pista, in attesa dei quali proviamo ad indicare per prima Rise At Dawn, alla quale non manca nulla sulla carta per poter pensare in grande, compresa la scuderia di provenienza. Sono comunque tanti i pedigree con un certo appeal, come quello di Cima Royal, o della stessa It Is Law, altro elemento che non manca di interesse. Occhio anche a Strong Enough e Royal Pulse. Incerto e spettacolare il Premio Mella (5^ corsa), un handicap di discreta categoria sui 1.400 metri in dirittura aperto a tutti. Di certo rappresenta un declassamento per Directory, abituato a cimentarsi contro rivali più ostici di questi e lottando per vittorie e piazzamenti, e pertanto meritevole di nomination dovendo concedere un logico top weight. Sbagliatissimo tuttavia pensare che se la porti da casa, perché i cattivi non mancano di certo qui, a cominciare da Allocco, deludente nella sua ultima apparizione ma molto a suo agio sulla pista e la distanza, per continuare con un paio di elementi in forma certificata come After Effect e Gagliardo, ma pure con Kenji e Vibrant Spirit che paiono particolarmente insidiosi. Ed ecco il clou della giornata di galoppo milanese. Alla penultima il Premio Ippolito Fassati di Balzola, listed sui 1.800 metri di pista media per i 3 anni al rientro. Sulla carta un perfetto trampolino di lancio per qualche giovane che ha suggerito di poter migliorare in autunno, con Vincere Insieme indicato come quello dai mezzi più interessanti in prospettiva, e nessuna occasione è migliore di questa per dimostrarlo. Poi ci sono Bahja Del Sol e Emperor Of Love che sembrano in auspicabile progresso, mentre Di Piu e Lagomago provano ad alzare il tiro meritandosi il tentativo a suon di ottime performance. Lo stesso Lord Sakai aveva fatto vedere di saper andare in primavera e va molto rispettato. A chiudere la domenica all’Ippodromo Snai San Siro di Milano l’handicap di ottima categoria per i velocisti di 3 anni ed oltre sui 1.200 metri, come da tradizione intitolato a Giulio Bassignana. Sarà certamente in primissima linea Irish Girl, che ha letteralmente volato in estate puntando ora alla hat-trick, e senza che il ritorno sulla velocità possa infastidirla, ma ancor più di lei stuzzica Sopran Marte, che dal canto suo si ripresenta dal successo ottenuto nel Santiago Soto Sprint a fine stagione scorsa, in cui aveva ribadito con grande autorità la sua efficacia a questi livelli. Mister B e Harlem Shake seguono immediatamente nella valutazione, con lo stesso Enigma Code non troppo lontano, e con Elisir e Funny Version che sono molto più di due semplici sorprese. 

RED/Agipro

Foto credits: Dena - Snaitech

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password