Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 15/11/2018 alle ore 20:37

Ippica & equitazione

15/02/2018 | 13:10

Caso Capannelle, Hippogroup: «Inesattezze da Frongia, necessario un incontro urgente con il Comune per il futuro dell'ippodromo»

facebook twitter google pinterest
Capannelle Hippogroup Comune ippodromo

ROMA - «Dopo aver letto, non senza stupore, il comunicato dell'assessore Frongia sulla situazione dell’ippodromo Roma Capannelle, ribadiamo l'importanza di un incontro urgente finalizzato all’apertura di un tavolo di lavoro con l'amministrazione comunale. Purtroppo, da ottobre 2016 ad oggi, nonostante le nostre reiterate istanze ed inviti, anche ad eventi pubblici, non siamo più riusciti ad avere rapporti con l'assessorato allo Sport. Rileggendo le numerose inesattezze e gli oggettivi errori esposti dall'assessore, evidentemente mal informato, riteniamo sempre più fondamentale l'apertura di un confronto serio e non più procrastinabile, vista l’immediatezza delle decisioni che si rendono necessarie a fronte della scadenza intimataci dal Comune di Roma». È quanto si legge in una nota di Hippogroup, in risposta alle parole dell'assessore allo Sport che, pochi giorni fa, aveva accusato la società «di procedere da anni con un`azione di strumentalizzazione dei propri lavoratori», sottolineando che a fronte di un sostegno del Mipaaf «di oltre 4 milioni di euro solo per il galoppo», Hippogroup ha goduto «di un incredibile sconto del canone, grazie alla Giunta Alemanno, ad appena 66.000 euro l`anno per oltre 160 ettari di impianto, sede anche di importanti eventi internazionali». Per Hippogroup, «le problematiche da affrontare coinvolgono le esigenze ed istanze non solo della nostra società ma, in primis, dei dipendenti della struttura, degli operatori ippici e degli utenti che - in considerazione degli stretti termini fissati dall’Amministrazione Comunale per il rilascio dell’impianto di Roma Capannelle – devono necessariamente trovare un riscontro tempestivo e chiarificatore».
Attualmente, Hippogroup sta continuando l'attività in regime di proroga, ma una delibera del comune di Roma impone alla società di lasciare l'impianto entro il 15 maggio prossimo. Nel frattempo, il Dipartimento Sport e Politiche Giovanili sta lavorando al nuovo bando di gara per la gestione dell'ippodromo, in cui «sarà prevista una clausola di salvaguardia: i lavoratori che oggi lavorano a Capannelle per Hippogroup - nel caso in cui la società decidesse di non partecipare al bando o se non dovesse vincerlo - saranno comunque tutelati, continueranno a lavorare per un eventuale nuovo gestore», aveva spiegato ad Agipronews il presidente della Commissione, Angelo Diario (M5S).
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

ippodromo snai la maura atene trebì

All’Ippodromo Snai La Maura la prima di Atene Trebì

13/11/2018 | 18:14 MILANO – Dopo la chiusura della stagione a San Siro galoppo, l’Ippodromo Snai La Maura trotto diventa protagonista assoluto delle vicende ippiche milanesi sino alla fine del 2018. Nel convegno di questo martedi’,...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password