Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/04/2019 alle ore 21:20

Ippica & equitazione

19/12/2018 | 16:22

Chiusura Capannelle, Schiavolin (AD Snaitech): "Difficile oggi gestire un ippodromo, le istituzioni prendano provvedimenti"

facebook twitter google pinterest
Capannelle Schiavolin Snaitech

ROMA - «È un grande dispiacere: noi che gestiamo e siamo anche proprietari di tre strutture di corse ippiche, una a Montecatini e due a Milano, sappiamo quanto sia difficile al giorno d'oggi gestire impianti del genere garantendone la qualità degli standard e allo stesso tempo facendo quadrare i conti». L'ippodromo romano di Capannelle chiude i battenti e l'ad di Snaitech Fabio Schiavolin commenta all'Ansa la notizia di un altro pezzo della Capitale che non esisterà più. «Purtroppo nell'ippica è diventato sempre più difficile gestire - aggiunge Schiavolin - un po' per la disaffezione che direi è strutturale al prodotto, un po' per le difficoltà e l'instabilità nella gestione della filiera dell'ippica che hanno portato alle condizioni di cui stiamo parlando e che portano Capannelle a chiudere». La situazione non è facile, e Schiavolin lo sottolinea: «Non possiamo che essere empatici con i gestori: noi siamo anche piccoli azionisti di Capannelle ma non è quello che importa - dice Schiavolin - Importa il fatto che in una città come Roma, la Capitale, un impianto così importante non ce la faccia ad andare avanti e debba chiudere i battenti. Dal nostro osservatorio ci uniamo alle voci che servono nel sensibilizzare le istituzioni affinché non si rendano più possibili le condizioni che oggi portano alle chiusura di Capannelle».
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password