Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/10/2017 alle ore 20:49

Ippica & equitazione

14/06/2017 | 11:11

Coordinamento Ippodromi: «Collegato agricolo in stand-by, il settore deve cercare di sopravvivere»

facebook twitter google pinterest
Coordinamento Ippodromi Collegato agricolo

ROMA - «La situazione politica generale del Paese e le prossime elezioni politiche previste a scadenza naturale nel 2018, rendono di fatto molto poco probabile l'adozione, da parte
dell'attuale Governo, dei decreti leggi attuativi previsti dall'articolo 15 del Collegato agricolo e quindi la cosiddetta "privatizzazione" dell'ippica», ma nel frattempo, il settore deve «cercare di sopravvivere, nonostante le grandissime difficoltà e lo stato di crisi profonda in cui siamo precipitati e prepararci, tutti insieme, a presentare al nuovo Parlamento e al nuovo Governo una proposta di riforma dell'ippica». È quanto si legge in una nota del Coordinamento Ippodromi che chiede di affidare «alla filiera la governance del settore», di costituire «un nuovo soggetto che rappresenti tutta la filiera e che gestisca l'ippica sotto il controllo del Governo» e di finanziare «il settore con una piccolissima percentuale sul movimento di tutti i giochi». RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password