Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 28/06/2022 alle ore 21:48

Ippica & equitazione

25/03/2022 | 15:25

Domenica con corse 'miste' all'Ippodromo Snai San Siro: clou della giornata con il premio Primi Salti

facebook twitter pinterest
Domenica con corse 'miste' all'Ippodromo Snai San Siro: clou della giornata con il premio Primi Salti

ROMA - Domenica di corse ‘miste’ all’Ippodromo Snai San Siro, con un programma al via dalle ore 14:05 composto da otto prove che vede protagonisti, nella prima parte della riunione, i saltatori.  Una 5^ giornata stagionale che ha come clou il Premio Primi Salti (3^ corsa) e gli interessanti Premio Ortisei, Premio Adamello e Premio Marco Rocca. Ma andiamo a vedere cosa propone l’ippica milanese.

PRIMA CORSA – PREMIO PAOLO SOLAROLI DI BRIONA 

In pista con il cross country riservato agli amatori, dove spicca nettamente il nome di NOTTI MAGICHE, grandissimo vecchio campione che esordisce a sorpresa nella specialità, ma abituato a cimentarsi in ben altri contesti e qui netto e logico favorito. L’avversario dichiarato è logicamente Mentore, affidabilissimo e super esperto del tracciato, e soprattutto pronto a cogliere un eventuale passo falso del grande atteso. Anche Power Zar è un rivale da rispettare alla luce dell’ottimo piazzamento nel Duca d’Aosta di Treviso.

SECONDA CORSA – PREMIO ORTISEI 

Intrigante questo handicap per gli anziani di 5 anni ed oltre sui 3.600 metri del tracciato in steeple-chase. Nonostante un top weight piuttosto impegnativo, BEAU SAONOIS è ancora il più meritevole di nomination, soprattutto considerando il fatto che abbassa non poco il tiro. Vietata però qualsiasi distrazione, anche perché Vinci Per Noi ha un velenoso vantaggio di chili, Poet’s Shadow è sempre molto regolare, Normandy De La Vega ha appena fornito una prestazione in netta crescita ed Assassin alza giustamente l’asticella dopo aver colpito in categoria inferiore.

TERZA CORSA – PREMIO PRIMI SALTI

Ecco la prova più importante del giorno, il Primi Salti, tradizionale e sempre molto atteso appuntamento per i debuttanti di 3 anni che affrontano la specialità. Come sempre in questi, saranno i movimenti delle scommesse a fornire le indicazioni migliori, oltre logicamente ad un attento esame al tondino, e in attesa di questi fondamentali suggerimenti, proviamo ad indicare RAMUNTCHO, di provenienza francese e presentato da un team top che offre garanzie quanto mai solide. Kaspianne e Pope sono due ospiti che non possono non meritare un occhio di riguardo, ma è chiaro che una porta più o meno aperta vada lasciata a tutti.

QUARTA CORSA – PREMIO MARCO ROCCA 

L’ultima corsa per i salatori è la condizionata riservata ai 4 anni sui 3.200 metri sulle siepi basse. La forma generale è certamente valida, soprattutto con Attlee e Wexford Soil che hanno appena vinto con una bella cattiveria agonistica, ma con il voto che si assegna a GREAT JELOIS, affatto dispiaciuto in contesti di prim’ordine ed ora con un vantaggio di chili che fa appunto pendere dalla sua. Anche Sopran Ares è da valutare sullo stesso piano di quelli citati, ma non finisce qui, perché anche gli altri tre non vanno esclusi, in modo particolare il rientrante Quartius.

QUINTA CORSA – PREMIO ADAMELLO

La parte di programma in piano parte con i 3 anni, che hanno a disposizione un handicap per i fondisti di categoria più che discreta. Non inganni il campo ristretto, nel senso che la scelta è tutt’altro che semplice, con tre recenti vincitori da valutare assolutamente sullo stesso piano, ma con una lievissima preferenza orientata verso SOPRAN PECHINO, che ha corso in progresso suggerendo inoltre un potenziale ulteriore miglioramento con un test di stamina più severo. Oltre a Feraud e Orange Pumpkin, che non mancheranno di farsi sotto, anche Elegance Del Lupo può rendersi pericolosa, a patto che sia di luna buona.

SESTA CORSA – PREMIO ADDA 

Restano di scena i 3 anni, ma qui ci sono i velocisti, con un handicap sui 1.200 metri di categoria discreta. Andisea e You Are Warrior saranno in primissima fila arrivando entrambi da una vittoria e meritano un conseguente importante rispetto, ma provando il colpo di quota si può andare con GREENVALCHIRIA, che esordisce in handicap dopo un paio di apparizioni in maiden in cui ha fatto intendere di poter avere nelle corde una corsa come questa. Anche Godsave debutta in perizia e va monitorata, esattamente come l’ex siciliano Wealth Of Brazen. Nessuno poi si dimentica di Incantevole Lady, a sua volta con chiare chance.

SETTIMA CORSA – PREMIO OGGIONO 

Un paio di handicap per gli anziani chiudono il pomeriggio, il primo dei quali è sui 1.500 metri di pista circolare. In una situazione generale non propriamente solida, la forma recente di ARCHIBAR può essere una base sufficientemente solida cui poggiarsi, dal momento che Katsumoto e Value, in teoria i migliori, sono alle prese con un rientro più o meno datato. Signor Nilson è un altro nome caldo, essendo anche lui ben rodato e con un feeling già molto ben comprovato con il suo interprete odierno. Occhio anche a Gagliardo.

OTTAVA CORSA – PREMIO NOVA MILANESE

La domenica all’Ippodromo Snai San Siro si chiude con un handicap di categoria ordinaria sul doppio chilometro della pista circolare, decisamente più competitivo del precedente. La Grande Assente non si può mai escludere a questi livelli, ma ancor più di lei convince l’ospite toscano APPLE JACK, che affronta la trasferta sulla scorta di due ottime prestazioni contro avversari non troppo diversi da questi. Sono tuttavia in molti a covare ambizioni, con Muja Bella che torna su distanza più congeniale, con Careser che invece scende di categoria e con The Blu Signal e Ostentation che a loro volta stanno correndo bene.

RED/Agipro

Foto credits Dena/Snaitech

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password