Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 16/12/2018 alle ore 11:00

Ippica & equitazione

20/09/2018 | 09:50

Equitazione, FEI World Equestrian Games: Salto ostacoli, De Luca e Marziani protagonisti

facebook twitter google pinterest
Equitazione FEI World Equestrian Games salto ostacoli

ROMA - L’Italia del salto ostacoli riscatta la poca fortuna della partenza dei FEI World Equestrian Games di Tryon, dopo l’infortunio di Chalou. Nella prima giornata che ha visto i cavalieri in campo nella gara a tempo per la prima qualifica individuale, valida anche per le squadre, dopo il percorso con tre errori di Piergiorgio Bucci (100”22) e Diesel GP du Bois Madame (Prop. Tal Milstein Stables) - si legge in una nota della Fise - sono arrivati due ottimi percorsi netti: quelli messi a segno da Luca Marziani (84”52) su Tokyo du Soleil (Prop. LM Srl) e soprattutto, quello velocissimo (78”71), di Lorenzo De Luca in sella a Irenice Horta (Prop. Stephex Stable).  È proprio De Luca al termine della prima prova l’azzurro meglio classificato con il nono posto individuale (1.19 penalità). Seguono Marziani (43°; 4.09), Gaudiano (97°; 9.96) anche se il suo Mondiale finisce qui considerato che per il benessere di Chalou è stato deciso il suo ritiro, e Bucci (105; 11.94).
L’Italia è al momento diciassettesima (15,24), in attesa della gara a squadre. «Tutto – ha detto Duccio Bartalucci, capo equipe della nazionale - è stato condizionato dallo sfortunato e incredibile episodio di Chalou, perché la convinzione che abbiamo è quella di avere una squadra forte e competitiva. Credo che con il percorso che avrebbe fatto Emanuele unito a quello di Luca Marziani e Lorenzo De Luca, oggi saremmo nelle prime cinque posizioni, sicuramente per giocarci una medaglia. Domani - ha concluso il tecnico azzurro - purtroppo siamo in tre, perché Chalou ha otto punti di sutura e l’attività sportiva non è praticabile in queste condizioni. Gli altri tre venderanno cara la pelle la qualità c’è e ci daremo da fare. D'altronde – ha concluso Bartalucci – credo che la forza di questa squadra sia veramente nella testa dei cavalieri e quindi non ci arrendiamo». 

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password