Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 05/12/2022 alle ore 20:32

Ippica & equitazione

26/10/2022 | 16:15

Equitazione, Fieracavalli: la 124ª edizione a Veronafiere dal 3 al 6 novembre

facebook twitter pinterest
Equitazione Fieracavalli: la 124ª edizione a Veronafiere dal 3 al 6 novembre

ROMA - Fieracavalli torna in sella per la sua 124ª edizione nel suo format originale di quattro giorni, dal 3 al 6 novembre 2022 a Veronafiere. Sono 2.375 i cavalli di 60 razze protagonisti assoluti della manifestazione, riferimento per il settore equestre con 12 padiglioni da visitare, per un totale di 128mila metri quadrati, 695 aziende espositrici da 25 paesi e 200 eventi in programma, tra competizioni, spettacoli e convegni, tutto nel segno della sostenibilità. 

Federico Bricolo, presidente di Veronafiere, sottolinea: «Con Fieracavalli sappiamo di avere una grande responsabilità verso il mondo equestre, perché siamo la sua "casa", apparteniamo a tutti i suoi protagonisti e li rappresentiamo da 124 anni. È questo lo spirito che ci ha guidato nell'ideare e realizzare un'edizione con cui vogliamo dare il nostro contributo concreto alla piena ripresa di un settore che ha un impatto complessivo sul Pil nazionale di oltre 3 miliardi di euro. In questo compito, come ogni anno, potremo contare sul supporto di tante realtà che, insieme a noi, si impegnano per promuovere e far crescere questo comparto come il ministero delle Politiche agricole, ICE-Agenzia, Regione del Veneto, Comune e Provincia di Verona, FEI e FISE per la parte sportiva e le 35 associazioni allevatoriali, gli sponsor e le aziende espositrici presenti in fiera».

Sulla stessa lunghezza d'onda anche Maurizio Danese, amministratore delegato di Veronafiere: «Fieracavalli, oltre a essere una manifestazione di riferimento nel portafoglio diretto di Veronafiere, è considerata un unicum nazionale e internazionale nel settore. Nel 2021, nonostante la presenza di alcune restrizioni per il Covid, abbiamo registrato più di 100mila presenze. Questo ci ha restituito il dato di un mondo vivo, attivo e che sta crescendo in termini di appassionati e fruitori. L'appuntamento di Verona si conferma così come un momento chiave, in cui la community di horse lover a cui parliamo si riconnette, per incontrare colleghi, fare affari e godere dello spettacolo di dinamismo naturale che solo il cavallo è in grado di regalare. E in questo contesto Fieracavalli agisce come moltiplicatore per il business delle aziende che partecipano, anche grazie al valore del proprio brand. Lo dice la survey Nomisma secondo cui la rassegna è conosciuta dal 43% degli italiani, con circa 3 milioni di persone che dichiarano di averla visitata almeno una volta nella vita». 

Anche Damiano Tommasi, sindaco di Verona, accoglie con favore la manifestazione: «Fieracavalli è un'eccellenza da visitare e da vivere. Come tutti gli eventi sul territorio, deve trasformare in meglio la città e la città stessa deve adattarsi alle esigenze della fiera con trasporti, viabilità e accoglienza. Gli eventi come questo devono lasciarci qualcosa, mettere in atto cambiamenti. Da parte nostra, faremo di tutto perché questo accada».  

Infine Luca Zaia, presidente della Regione del Veneto, ricorda come «Verona presenta anche quest'anno l'esposizione di cavalli e attrezzature più importante al mondo. E non è l'unica manifestazione dove Veronafiere primeggia. Fieracavalli è un'occasione unica per dimostrare il legame indissolubile tra la comunità veneta e il mondo del cavallo. Una passione dalla tradizione profonda che promuove, durante i quattro giorni, incontri e scambi in tutta la filiera del cavallo

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password