Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 12/11/2018 alle ore 19:40

Ippica & equitazione

20/06/2018 | 09:53

FEI Nations Cup, Bartalucci carica gli azzurri: "Pronti a ripartire"

facebook twitter google pinterest
FEI Nations Cup Bartalucci italia

ROMA - Archiviata la tappa di Sopot in Polonia, il ct azzurro Duccio Bartalucci ha scelto gli ultimi due componenti della squadra italiana che prenderà parte al terzo appuntamento di prima divisione a Falsterbo (Svezia) dal 12 al 15 luglio prossimi. A Giulia Martinengo su Verdine Sz, Luca Marziani su Tokyo du Soleil e Bruno Chimirri su Tower Mouche, si aggiungono - si legge in una nota della Fise - Piergiorgio Bucci su Diesel Gp Du Bois Madame, forte dell’ottima prestazione in occasione del Global Champions Tour di Cascais e Antonio Alfonso su Chic Hin D Hyrencourt, vincitore del Gran Premio del CSI4* di Geesteren in Olanda. 

La tappa di Sopot è stata «amara», ha spiegato Bartalucci, con l'Italia che ha chiuso al settimo posto. «Ero convinto che ce la saremmo giocata, e bene anche. Per l’euforia e la consapevolezza che hanno i ragazzi da diverso tempo a questa parte, per la loro incredibile qualità a cavallo - ha detto il selezionatore azzurro -  ma anche e soprattutto per quel che avevo visto sul campo in questi giorni, Gran Premio incluso. Tutti in forma, tutti competitivi, tutti convinti di fare bene. Il rammarico – ha aggiunto Bartalucci - aumenta pensando che con 20 penalità avremmo chiuso al terzo posto una Coppa molto difficile, con un solo doppio netto a dimostrarlo. Qualcosa però non ha funzionato, eravamo tutti molto dispiaciuti, arrabbiati, ma ne abbiamo parlato e sapremo farne tesoro. Con tre tappe a disposizione in cui far punti nulla è compromesso, ci siamo soltanto complicati un po’ la vita e una doccia fredda, ogni tanto, può rivelarsi salutare. È andata male - ha concluso - ma ripartiremo. Anzi, siamo già ripartiti».

SA/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password