Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 24/11/2020 alle ore 21:21

Ippica & equitazione

27/07/2020 | 16:00

Ippica, Agnano: il Gran Premio Freccia d'Europa a Vivid Wise As

facebook twitter google pinterest
Ippica Agnano Gran Premio Freccia dEuropa Vivid Wise As

ROMA - «L'impianto ha risposto al meglio, è sempre spettacolare. Di questi tempi la fruibilità all'aria aperta è un vantaggio in più per la struttura. Abbiamo avuto buona presenza di pubblico con 4mila in ippodromo e buone scommesse con 70mila euro raccolti. Si sono svolte delle corse di livello internazionale con i cavalli italiani che oggi sono i migliori del mondo. I 3 anni hanno fatto dei record che oggi sono all'avanguardia con la scorrevolezza della pista e dei proprietari campani che hanno vinto le tre corse di maggior dotazione, quindi la conferma di un movimento che continua a trainare il trotto internazionale». Pier Luigi D'Angelo, presidente Ippodromi Partenopei, commenta così la prima serata-evento ad Agnano, con i più importanti grandi premi di trotto in notturna ed un cocktail party sulla terrazza hospitality della tribuna autorità dell'ippodromo.
Il Gran Premio Freccia d'Europa (gr.1 per 4 anni ed oltre metri 1600) ha visto la vittoria del favorito Vivid Wise As (1.10.4 uguagliando il record della pista di Owen's Club) portacolori della scuderia napoletana Bivans di Antonio Somma con il driver Alessandro Gocciadoro. «E' venuta una corsa come l'avevo studiata. Sono staot tranquillo in partenza, poi sono sfilato dopo la prima curva. Vivid ha fatto un bel chilometro finale in meno di dieci, nove e mezzo, senza chiedergli nulla. Continua la serie vittoriosa in Italia e ci avviciniamo al Lotteria con grandi chances», ha detto Gocciadoro.
Il Gran Premio Città di Napoli (gr.1 metri 2100 tre anni indigeni) è stato vinto da Barbaresco Grif (1.12.8) guidato da Enrico Bellei  per i colori napoletani di Amelio Esposito e il training di Holger Ehlert. «Il cavallo è stato presentato benissimo da Holger Ehlert. La corsa è venuta perfetta. Il cavallo ha risposto bene, anche con le meccaniche del nuovo assetto. Ha fatto un buon tempo cronometrico e penso che sia un risultato importante per Barbaresco Grif perché gli darà accesso alla prima fila per il Derby. I proprietari sono di casa e sono contenti, meglio non si poteva fare», ha detto Bellei.
Il Gran Premio Regione Campania maschile (gr. 2 europei di 4 anni metri 1600) è stato vinto da Antony Leone (1.12.5) ed il team tutto napoletano con il driver Gaetano Di Nardo, il proprietario Pasquale Scarico ed il training di Sabatino Bevilacqua. «E' andata benissimo. Dopo 500 metri mio fratello Antonio mi ha ceduto il passo perché avevo il cavallo con più chance, altrimenti forse sarei rimasto alla corda e chissà come sarebbe andata. Il cavallo ha dimostrato tutta la sua forma e stasera in casa sua, con un pò di fortuna, ha vinto il suo primo gran premio», ha detto Di Nardo. Infine il Gran Premio Regione Campania femminile (gr. 2 europei di 4 anni metri 1600) per l'ottima Allegra Gifont (1.13.0) con Alessandro Gocciadoro in sediolo ed i colori palermitani di Giuseppe Mulè, Vincenzo Chiavetta, Roi Agrusa e Gianluca Morghese. «Sono molto soddisfatto per questa vittoria, per i proprietari, per la cavalla, eccezionale, anche con l'allenatore precedente. E' venuto tutto bene, ha vinto. Non sono riuscito a levare i tappi in retta d'arrivo e per questo ha rischiato un pò. Complimenti ad Allegra e a tutti i proprietari, sono veramente un gruppo che farà tanto per l'ippica», ha concluso Gocciadoro. 
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password