Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 15/10/2018 alle ore 17:31

Ippica & equitazione

30/07/2018 | 11:56

Ippica, Cesena: ultima semifinale del SuperFrustino all'ippodromo del Savio

facebook twitter google pinterest
Ippica Cesena SuperFrustino ippodromo Savio

ROMA - Chiude in grande stile il torrido luglio dell’ippodromo del Savio, martedì infatti andrà in scena l’ultima delle cinque semifinali del Superfrustino Sisal Matchpoint 2018, manche che attribuirà i due ambiti pass cui seguiranno le assegnazioni delle wild card per completare così il rooster della serata del 21 agosto. Nomi altisonanti scendono in Riviera a regalare spettacolo ed emozioni. I dieci protagonisti della kermesse esibiscono palmares invidiabili frutto di generoso talento e passione, a cominciare da Lorenzo Baldi, cresciuto alla scuola di papà Giancarlo e protagonista indiscusso di un’epoca iniziata a metà degli Anni ‘80 con Indro Park, Lancaster Om e tanti vincitori classici allenati nel leggendario training center di Altedo, una carriera proseguita sino ad ora con  professionale continuità di risultati. Per Gaspare Lo Verde i dogmi di casa sono stati dettati dall’indimenticato padre Biagio ed evidentemente hanno colto nel segno, perché stanno fruttando dovizia di vittorie al giovane Gaspare nonostante la difficile eredità ed il complicato momento del trotto palermitano. I cronisti lo hanno battezzato “il Cannibale”, lui è semplicemente il migliore, per vittorie, ambizione e qualità di guida; perché Enrico Bellei, classe 1963 e figlio del grande Nello, ha vinto in tutta Europa e da qualche lustro si cuce lo scudetto tricolore sulla giubba nero verde che lo veste in pista e, anche quest’anno, nonostante una falsa partenza, conduce la classifica di categoria sul coetaneo Roberto Vecchione, altra stella di un trotto spesso in formato esportazione che dalla Campania è salito sino al nordest per inseguire ed ottenere successi classici. Il cantore di Agnano, Salvio Cervone, avvezzo ai soprannomi e ad una incorreggibile teatralità, lo chiama “Blue Jeans” forse perché Giuseppe Pietro Maisto non passa mai di moda e quando scende in pista ancora concede lezioni di guida ai più giovani e rampanti avversari, le stesse che impartiva tra gli Anni ‘80 e ‘90 duellando a suon di vittorie con il conterraneo Pasquale Esposito Jr e delle quali avrà sicuramente tratto giovamento l’emergente Vincenzo D’Alessandro Jr., rampollo di una storica famiglia dalle solide radici ippiche ed ennesimo frutto di una terra generosa e ricca di contenuti come la Campania. Trainer e driver deciso, il palermitano Domenico Zanca è figura di spicco del trotto siciliano e si è brillantemente proposto in continente grazie ai recenti successi di Real Mede Sm, Vento Spritz e del primatista della leva 2015 Zonk di Girifalco. Per Mario Minopoli Jr. la carriera è una continua ascesa grazie a numerosi successi classici in territorio nazionale e coraggiose quanto riuscite trasferte francesi, numerosi i suoi gioielli da Lorenz Del Ronco a Zippy Freedom Lf, passando per Totoo Del Ronco e le femmine Titty Jepson e Une Etoile Gar. Le origini campane non si smentiscono quando Ferdinando Pisacane scende in pista con grinta e spettacolari scelte tattiche, anche se è la scuola giuliana dei vari Quadri, Romanelli e Sarzetto a forgiare questo quarantenne nato a Palmanova e cresciuto ippicamente a Trieste, la pista dove ha vinto il suo primo Gran Premio con il beniamino di casa Omas Np. Canta ancora Napoli questa prestigiosa manche del Superfrustino grazie a Vp dell’Annunziata, il celebrato “D’Artagnan” del sopracitato Cervone che ancor giovane si è ascritto due Derby con Macho Gams e Olona Ok, spostando a nord il suo raggio d’azione grazie a collaborazioni prestigiose con le migliori franchigie padane.
Lo show del martedì parte alle 21.00 con due sfide che non fanno parte della kermesse, nella prima “Premio Ristorante Ca’ Bruna” Uragano Spritz, Turbine lp e Urania D’Asolo si contenderanno la vittoria guidati dai rispettivi gentlemen proprietari Rossi, Zaccherini e Minnucci, mentre nella seconda “Premio Park Hotel Zaira”, Royal Caf scalderà le mani di Vecchione contro i binomi Vp/Triglav e Unicoz /Maisto. Alla terza “Premio Hotel Duca di Kent”, punti validi in palio e pronostico per Zerouno Mmg su Zen Baggins e Zeclisse Rl, tradotto in guide: Vincenzo D’Alessandro su Mario Minopoli e GP Maisto. Cadetti dalla buona caratura alla quarta corsa “Premio Club Hotel Residence”, dove Bellei ritrova a distanza di un anno Very Much Mmg proponendosi come capo gioco su Veronese e Zanca, terze forze Velociraptor Fi e Lorenzo Baldi. Plebiscito per Specialess alla quinta corsa -“Premio Hotel Massimo”- capitato in sorte ad un fortunato Lorenzo Baldi e che riveste i panni del favorito su Seattle Bi e Pisacane, mentre Travolta Treb e Zanca si candidano al podio. Alla sesta “Premio Hotel Mediterraneo”, schema ad handicap per un inseguimento che si preannuncia vincente per Lotar Bi e Vp al via dal secondo anello e decisamente superiori alle lepri Sassegna Spritz e Peter Pan Gso interpretati dal giovane Gaspare Lo Verde e da Enrico Bellei, il quale alla settima si giocherà la miglior carta della serata con il rientrante Ursus Caf, affidatogli da Gennaro Casillo e affrontato dagli agguerriti Ultras Grif e Uragano dei Lady, pedine portatrici di punti per Roberto Vecchione e Gp Maisto.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password