Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/09/2021 alle ore 20:42

Ippica & equitazione

16/08/2021 | 13:31

Ippica, Cesena: tutto pronto per la finale del Tomaso Award 2021

facebook twitter pinterest
Ippica Cesena finale Tomaso Award 2021

ROMA - La Finale del Tomaso Award 2021 è alle porte e i dieci campioni qualificati per l’evento conclusivo che hanno conosciuto gli abbinamenti di venerdì scorso, scendono in pista con la convinzione di dare il meglio nelle sei manche che qualificano al race off. Leggende del trotto, giovani aspiranti campioni e professionisti dalla solida carriera sono capeggiati da “Mr. 10.000 vittorie”, alias il “Cannibale”, al secolo Enrico Bellei. L’erede del grande Nello, il classe ‘63 ha dominato il trotto sin dalla fine degli Anni ‘80 mietendo vittorie in tutti gli eventi classici del panorama tricolore, non trascurando incursioni fuori dai confini nazionali; stesso iter per il coetaneo Roberto Vecchione, il driver che ha fatto risuonare l’inno di Mameli allo Yonkers Raceway in occasione della spettacolare vittoria di Zacon Giò nell’International Trot e che con il biondo Nesta Effe ha scritto pagine epiche tra Italia e Scandinavia. E proprio dalla Scandinavia pare essere partito il nuovo corso professionale di Alessandro Gocciadoro, da sempre ai vertici nazionali con le sue femmine terribili, Orsia, Linda di Casei e tante altre, ma che da un lustro ha innovato il traning dei trottatori e domina gli eventi classici proponendo campioni dal fascino epico come Vernissage Grif e Vivid Wise As e nuovi prospetti del livello di Bengurion Jet e Bepi Bi, rivaleggiando per lo scudetto tricolore con il talento di Antonio di Nardo, catch driver dalle immense doti che dal connubio professionale con Gennaro Casillo ha legato il suo nome ai successi, tra gli altri, di Cokstile e soprattutto vincendo il lungo e largo tra gli ippodromi di tutta Italia. La scuola campana ha forgiato generazioni di driver e allenatori, Vp Dell’Annunziata è uno dei frutti più ricchi di talento della storia partenopea, precoce, dalla guida spettacolare e dall’eccezionale carica agonistica ha vinto tanto, quasi tutto, ma il Lotteria manca dal suo palmares e Amon You Sm potrebbe essere il cavallo per sognare sotto il Vesuvio. Per i corregionali Francesco Tufano e Crescenzo Maione, la finale cesenate rappresenta il punto di partenza per una carriera ricca di giovani vittorie ma attesa ad una consacrazione classica nel breve periodo. La tradizione di famiglia, una passione sviluppata seguendo papà Renato nelle sue incursioni da gentlemen globe trotter hanno avvicinato Renè Legati alle redini lunghe sino a farne una delle giovani sicurezze della nostra ippica grazie anche al feeling instaurato con Pantera del Pino, Sonia, Vesna, Ua Huka ed ai grintosi Vaprio e Ze Maria, mentre per Antonio Greppi la fama di catch driver è cresciuta nel tempo, dalle vittorie toscane, alla partnership con Jerry Riordan sino alle numerose collaborazioni con i migliori allenatori e le scuderie più blasonate, sfociate in successi d’elite con Odinga, Pacha dei Greppi e piazzamenti di valore con il promettente Callisto e Amon You Sm. Successi classici che ancora mancano alla rivelazione Francesco Pettinari, membro di una famiglia storica del trotto romano tornato ai vertici dopo un lungo silenzio il quale sta mietendo vittorie su vittorie tra gli ippodromi del nord-est e quelli emiliano/romagnoli, grazie anche alla felice collaborazione con Lorenzo Baldi.  
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password