Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 20/10/2017 alle ore 19:18

Ippica & equitazione

09/08/2017 | 11:49

Ippica, Cesena: Trionfo di Tinto nel clou e vittoria di Rivelino nell’Australiana

facebook twitter google pinterest
Ippica Cesena

ROMA - Divertimento e passione, tecnica e competenza tutto concentrato in una serata al trotto, questa la cartolina del martedì dall’ippodromo del Savio, dove otto anziani di lungo corso e dalla pluripremiata carriera si sono sfidati sulla breve distanza per il “Premio Panathlon Club Cesena”, mentre sei agguerriti binomi hanno riproposto la corsa all’Australiana “Premio Sear Costruzioni Stradali S.p.A. Cesena”. Promessa dalla regale genealogia e dall’accattivante modello, il cinque anni Tinto è stato una delle ultime scoperte del lungo percorso professionale del padovano Carlo Rossi, scomparso qualche settimana fa  e stasera,  guidato da Andrea Farolfi, ha mantenuto fede al difficile ruolo di favorito assumendo con parziale risolutivo il comando delle operazioni per staccare in dirittura nei confronti di Top Gun America e  della diligente Rouen Peste Tft stoppando le lancette del cronometro alla ragguardevole media  di  1.13.9, il tutto a sancire la doppietta del suo ispirato partner agonistico.
Primo round “Premio Panathlonauto” in compagnia dei gentleman e subito un binomio favorito a segno, non senza patemi però per Vicky Del Duomo e Zaccherini che in zona Cesarini hanno castigato le coraggiose leader Venere Grad e Monica Gradi mentre la stacanovista Vera Jet ha completato un podio tutto in rosa, con i ragguaglio di 1.18.6 a confermare corsa assolutamente “tattica”. Alla seconda “Premio Olimpia Costruzioni Srl Impianti Sportivi Forlì”, report cronometrico di tutto rispetto per sancire l’eccellente vena di Uragano D’Ete che in 1.14.9 e sotto la brillante regia di Enrico Bellei è assurto ad un meritato primo piano sui campani Uragano Grif e Vincenzo Luongo mentre il terzo posto è andato ai trascurati Us Open e Lorenzo Baldi.
Double mancato per Zaccherini a causa della rottura in dirittura d’arrivo della plebiscitaria favorita Ulena Gual e successo, il secondo a distanza di pochi giorni per Unitalia Golden, leader sin dallo stacco agli ordini di un attendo Fabrizio Martinelli e vincitrice in 1.15.3 su Ubi Ek e Ulrica Dei Daltri  del “Premio 2xbene” ed alla quarta, la celeberrima corsa “all’australiana “ arrivo serratissimo dopo ben 4 giri di pista e successo di Rivelino ed Andrea Vitagliano su Neruda Trio e Only One Diamond.
Anziani di lungo corso affollavano il miglio posto come quinto evento serale “Premio Memorial Marco Pantani”, con il match tra il veneto Rallo ed il ravennate Turbine Lp, andato non senza fatica, all’ospite trevigiano guidato da Andrea Farolfi, che in  16.5 ha respinto il rivale improvvisato da Enrico Bellei. Alla settima “Premio Panathlongiochiamo”, epilogo di una serata all’insegna delle notevoli digressioni tecniche, tre anni alle prese con media distanza e partenza con i nastri per il successo dopo arrivo a fruste alzate e intervento risolutivo del fotofinish, per il trascurato Victory Grad ed un Vincenzo Luongo in applaudita versione catch, con il giovane portacolori della famiglia Gradi vincitore in 1.16.7 sul biondo favorito Velasco As e sull’ospite veneta Velvet Wise As, deludente la statuaria Esotica Bar.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

betflag ippica

Gran Premio Grassetto, su Betflag appuntamento da non perdere

20/10/2017 | 18:46 ROMA - Domenica è Padova ad alimentare il circuito classico o quello che perlomeno ne resta a medio livello. Di scena l'Ivone Grassetto, decaduta classica del trotto di Gruppo III che ha raccolto otto partenti di medio cabotaggio...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password