Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 13/11/2018 alle ore 08:51

Ippica & equitazione

16/06/2018 | 19:49

Ippica, Chestnut Honey debutto vincente all’Ippodromo SNAI San Siro

facebook twitter google pinterest
Ippica Chestnut Honey Ippodromo SNAI San Siro

ROMA – Il sabato all’Ippodromo SNAI San Siro vede nel Premio Stresa, maiden sui 1400 metri in pista media per cavalli di 2 anni, l’interessante debutto di Chestnut Honey, presentato dal team Botti e montato da Dario Vargiu. Anche se ancora logicamente molto “verde”, il portacolori della scuderia Effevi ha mostrato di possedere un bel potenziale: il figlio di No Nay Never ha corso sui primi, ha anticipato al termine della piegata l’altro debuttante Siberius lanciandosi all’inseguimento della battistrada Smoby Dance, e’ passato ai 200 finali e ha allungato in maniera brillante nell’ultimo furlong. Siberius lo ha seguito al traguardo, mentre Smoby Dance ha difeso il terzo posto da Bloody Love. I cavalieri e le amazzoni avevano a disposizione il Premio Lucio Albertoni, una reclamare sui 2000 metri della pista media per cavalli di 4 anni. In una categoria modesta, Zurbaran non ha deluso: ancora nelle posizioni di coda all’ingresso in retta, il grigio allenato da Cristiano Fais e montato da Fabrizio Perego ha usufruito di un comodo varco lungo lo steccato e ai 300 finali e’ passato di slancio aumentando progressivamente il proprio vantaggio. Documentario ha corso in scia al battistrada Warm Hearted, in retta ha avuto difficolta’ a reperire lo spazio, quando si e’ liberato e’ finito forte rimontando Belvedere (terzo) e Hartswell. Prima vittoria in carriera per Time To Cry nel Premio Cibele, un handicap sui 1800 metri in pista media per cavalli di 3 anni: con Dario Vargiu (alla seconda vittoria del pomeriggio) in sella, la portacolori della Dioscuri ha pedinato praticamente dal via Endor’s Moon, è passata ai 350 finali e nell’ultimo furlong si e’ difesa con i denti dall’assalto di Prigioniera, che si era presentata “cattiva” ma ha trovato la fiera opposizione dell’allieva dei Botti. Per il terzo posto Legend Rock ha rimontato Endor’s Moon, in difficolta’ dopo percorso di testa. Tre anni protagonisti anche nel Premio Virginio Lamberti, handicap sui 1600 metri in pista media. Reduce dalla prima vittoria della carriera a Firenze, Helegant Man ha confermato i progressi concedendo subito il bis: secondo dal via dietro Mughal, il portacolori della Nuova Sbarra, training di Endo Botti e Cristiana Brivio e monta di Pierantonio Convertino, ha preso posizione in retta ed e’ passato nell’ultimo furlong. Con un ottimo finale all’interno, Sutton ha recuperato molte posizioni in retta e ha chiuso forte al secondo posto. Blumont e’ emerso al terzo su Mughal e su Blu Kraken, anche lui avanzato bene in retta trovando qualche problema di “traffico”, mentre Red Velvet non e’ stato incisivo. Spettacolare l’arrivo del Premio Mario Cipolloni, handicap sui 2000 metri in pista media per cavalli di tre anni, con Mati Megabite, Faradays Spark e Dollar Exchange che sono passati ai 100 finali e si sono disputati il successo in un arrivo “a fruste alzate”: l’ha spuntata il cavallo allenato da Daniela Salerno, che Sergio Urru ha interpretato con precisione chirurgica salvando un minimo vantaggio su Faradays Spark e su Dollar Exchange, mente Capo San Martino, che aveva guidato le operazioni tentando la difesa in retta, e’ calato nell’ultimo furlong.
Il pomeriggio all’Ippodromo SNAI San Siro si e’ chiuso in bellezza con la quarta eliminatoria del Premio NBF Lanes, handicap sui 1200 metri in pista dritta valido come Tris/Quarte’/Quinte’. L’ha spuntata Turandot al termine di un gagliardo percorso a centro pista: la cavalla allenata da Valeria Toccolini e montata da Mario Sanna e’ avanzata a meta’ percorso da centro gruppo portandosi sui primi, e’ passata al primo traguardo e si e’ difesa con i denti dal tentativo di recupero lungo lo steccato di Declarationoflove e da quello esterno di Musa del Canto. Seasonal Missile ha corso sin dal via in prima linea, e’ stato superato ai 200 finali ma ha conservato il quarto posto da Sabeni. Quota ricca per la Tris (oltre 630 euro), ricchissima per il Quarte’ (10.255 euro), mentre il Quinte’ non ha sortito vincitori.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password