Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 03/12/2021 alle ore 19:05

Ippica & equitazione

20/10/2021 | 17:35

Ippica, Gran Premio delle Nazioni: all'Ippodromo Snai La Maura si accende la passione. Sabato al via dalle 14.10

facebook twitter pinterest
Ippica Gran Premio delle Nazioni: all'Ippodromo Snai La Maura si accende la passione. Sabato al via dalle 14.10

ROMA - Uno degli appuntamenti più attesi della stagione del trotto è all’Ippodromo Snai La Maura di Milano che sabato 23 vedrà in scena il Gran Premio delle Nazioni – Memorial Edoardo Gubellini. Una giornata programmata su otto prove a partire dalle ore 14:10 con ingresso gratuito e con l’obbligo del green pass o del tampone con esito negativo. Un pomeriggio che, ovviamente, ha gli occhi puntati sul Gp alla 7^ corsa che vede nove pretendenti e con favorito il team Gocciadoro che ne presenta al via ben tre. Ma vediamo nel dettaglio la giornata molto intensa di Milano.

PRIMA CORSA – PREMIO GIACOMO BRUNO 

Apertura con la corsa riservata ai Gentleman, una condizionata per 5 e 6 anni non vincitori di 35.000 euro in carriera. Aly Prav ha il miglior numero e dopo due ottimi secondi posti ottenuti sulla pista ha siglato in bello stile un handicap a Treviso premesse che unite alla guida sempre affidabile di Stefano Manzato ed al miglior numero ne fanno la cavalla da battere. Anche la carta di My Love Zen non è da meno con piazzamenti e successi a ripetizione, l’ultimo in 1.15.5 sulla pista di Bologna. Treviso è invece stato teatro delle due vittorie ottenute da Axe Zack, che legittimamente punta al tris. La veloce Abigail e Zalik Malik che va più forte di quanto sembri rivestono con il “finalista” Alcoy dei Greppi ruolo di sorpresa.

SECONDA CORSA – PREMIO PEACE CORPS 

Strigata prova per puledri di due anni non vincitori di 7.000 euro in cui Dono d’Amore a segno in bello stile sui 2000 metri di Torino e poi terzo al record di 1.13.6 nel Criterium Maremmano riveste il ruolo di cavallo da battere per Dundee As. L’allievo di Erik Bondo, affidato a Santo Mollo, in errore nel Criterium Torinese ma piaciuto in precedenza sia in occasione del successo ottenuto sempre a Torino che in occasione del terzo posto sulla lunga distanza. Il debuttante Dei Marmi Dr, presentato dal team Bareggio del duo Barelli- Gubellini si fa preferire ai noti Dimpia Nap Sm e Dowson dei Greppi.

TERZA CORSA – PREMIO IDEAL DU GAZEAU 

Equilibrata condizionata per femmine di tre anni non vincitrici di 10.000 euro in carriera. Cover Girl Bi vanta un curriculum esemplare con due vittorie, due piazze d’onore e un terzo posto nelle cinque corse disputate. Tuttavia la scelta di Alessandro Gocciadoro di preferirle Carbonia lascia presagire che quest’ultima pur non essendo una cavalla semplice e sempre disponibile possa riuscire ad esprimere tutte le sue qualità. Canal Grande Rob può essere la terza scelta avendo mostrato che esente da errore possiede buoni mezzi. Coco’ Gso e Camilla Bass e Charlotte Grif a seconda dello svolgimento hanno tutte modo di mettersi in luce e rivestono ruolo di sorpresa.

QUARTA CORSA – PREMIO TIMOTHY T 

Handicap per quattro anni in cui era prevista un’ampissima chiamata, passando dal tetto dei vincitori di 45.000 euro in carriera allo start, ai 125.000,00 del nastro intermedio, per chiudere con i 550.000,00 del terzo nastro. Deserto quest’ultimo, si presenteranno al via in sette con quattro penalizzati che andranno in caccia di tre fuggitivi capitanati da Best of Dream Trio. L’allievo di casa Gocciadoro ha mostrato a più riprese di avere gamba e parziale, unito ad una sufficiente dimestichezza nella giravolta già sperimentata in un paio di occasioni, premesse che possono permettergli di resistere fino in fondo. Rapidità nella giravolta messa in mostra all’ultima uscita in modo eccellente da Bacco del Ronco, capace di sfilare al comando in 100 metri pur avviandosi da -20. Il suo ripresentarsi in pista a distanza ravvicinata induce a pensare che la debacle in retta, tanto brutta da non essere vera, rappresenti solo una giornata storta. Barolo Roc in quella occasione ha fatto un figurone correndo all’estrema attesa e di fatto solo la retta ma finendo in piena spinta dimostrando condizione prossima al top che ne fa un sicuro protagonista. Brillant Ferm, ha già frequentato con validi risultati il circuito classico e, da buon passista, adatto a distanza e nastri non andrà certo sottovalutato. Sorpresa Bramante Ors, “normale” in occasione della corsa di rientro dalla lunga trasferta svedese.

QUINTA CORSA – PREMIO MICRON HANOVER 

Calypso degli Dei è la favorita della condizionata per tre anni non vincitori di 35.000 euro in carriera. La femmina di Mauro Baroncini affidata ad Andrea Farolfi, dopo due brillanti vittorie trottando i 2000 metri in 2.29 ed il miglio alla media di 1.11.4 ha sfiorato l’accesso alla finale della Oaks per poi finire fuori quadro nello Sfollamento. Corsa in cui Caterina è giunta terza ribaltando la linea sfavorevole con la stessa Calypso da cui è stata preceduta a Torino, premesse che ne fanno la scontata alternativa. Ruolo di guastatori per Caesar Jet dal buon potenziale ma discontinuo nel rendimento e soprattutto il cresciuto Cherry Top reduce dalla piazza d’onore alla media di 1.12.2. La rientrante Cris Evert Treb compagna di allenamento di Calypso e Camaro As compagno di Caesar Jet al momento sono da considerare in secondo ordine.

SESTA CORSA – PREMIO OISEAUX DE FEUX 

Condizionata per quattro anni non vincitori di 16.000 euro in carriera. Bargecchia Dr e Boli You Sm sono finiti vicini all’ultima uscita sulla distanza dei 2250 metri ma l’impressione è tutta per la femmina di Pietro Gubellini arrivata con ancora parecchie energie da spendere. Terza forza Bob Marley Jet, condizionato dall’errore ma capace nei giorni “giusti” di muovere le gambe ad ottime medie. Brivido dei Venti cercherà di capitalizzare numero e rapidità per centrare un compenso mentre Bramante Fi si augura corsa mossa per mettere a frutto la progressione. 

SETTIMA CORSA – GRAN PREMIO DELLE NAZIONI – MEMORIAL EDOARDO GUBELLINI

Ed eccoci all’atteso Gran Premio delle Nazioni, corsa dall’antico fascino e che ricorda l’immenso Edy Gubellini. Saranno in nove al via con il pronostico orientato verso il team Gocciadoro che schiera tre pedine. Il sorteggio, che ricordiamo viene effettuato in forma pubblica sulla piattaforma dell’Unire, ente di riferimento di tutte le corse al trotto compresa ovviamente questa, orienta l’attenzione su Vivid Wise As. Il portacolori della Scuderia Bivans non ha naturalmente bisogno di presentazioni, essendo uno dei prospetti di maggior prestigio sia in termini di potenzialità sia di risultati di tutta Europa. Il nulla di fatto nella Finale del Lotteria non ne intacca certo la statura collocandolo in evidenza. Zaccaria Bar vanta un conto aperto con questa corsa, visto che lo scorso anno sbagliò a metà dell’ultima curva con la “faccia” di chi era pronto a recitare un ruolo di primissimo piano. Il numero in corda unito allo stato di forma al top come indicano i successi ottenuti in estate al nord Europa ribaditi da quello più recente di Treviso. Il citato Lotteria vi ha permesso di ammirare un super Alrajah One capace di esprimersi nel giro di un paio d’ore per due volte in 1.10. Fresco del cambio di training il portacolori della My Horse non ha problemi sulla distanza lunga, come indica il piazzamento di Solvalla trottando in 2.21, certo il numero al largo riduce e di molto gli entusiasmi ma resta pur sempre tra i più attesi. Vitruvio la terza pedina di casa Gocciadoro, dovrà far fronte ad una collocazione non facile ma anche per lui parla il Lotteria aprendogli le porte del podio. Elsa De Belfonds non ha figurato nel GP Città di Montecatini, ma la terza piazza ottenuta nel GP di agosto a Cagnes sur Mer non lontano da Vivid rappresenta la classica sorpresa. Rushmore Face l’altro “straniero” al via è tutto da scoprire ma non sembra al momento poter ambire ad un ruolo di primo piano. Atik Dl frequenta ormai con costanza il circuito classico e potrebbe stupire nuovamente. Agrado secondo alla prima uscita nel giro che conta cercherà di capitalizzare il numero in corda seppur in seconda fila. Chiude il campo Toscarella altra cavalla che vale più di quanto sembri ma al momento ai margini del pronostico.

OTTAVA CORSA – PREMIO ENRICO TOSONOTTI

Si chiude la bella e avvincente giornata all’Ippodromo Snai La Maura Trotto di Milano con un handicap per anziani sui 2700 metri in cui gli appartenenti alla categoria A tenteranno di recuperare 20 metri di penalità a quelli appartenenti alle categorie B e C e 40 metri a quelli della categoria D. Corsa rompicapo ed equilibratissima. Allo start possono riuscire nella fuga considerando che i vari Aldoc Dr, non male in contesti superiori, Admiral Tr velocissimo nella giravolta e al top della forma pur alzando il tiro, Ferry Boko, in possesso di ottimo cambio di marcia, Zaveric Blessed e Talisker Horse. Al nastro intermedio, troviamo Azteco dei Greppi che da buon passista ricordiamo come si trovasse a meraviglia in queste corse e con la guida di Ale Gocciadoro può recitare ruolo di protagonista. Dimestichezza che non manca di certo a Vessillo As abituato alla spola con la Svizzera. Usque Dl possiede coraggio e grinta per risalire Dancelli ha vinto all’ultima sui 2500 metri alla media di 1.14.5, mentre Alcide Roc solo soletto a quaranta metri sembra difronte ad una montagna da scalare.

Copyright Foto: Dena - Snaitech 

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Ippica Capannelle Premio Giant Force

Ippica, Capannelle: sabato 4 dicembre il Premio Giant Force

03/12/2021 | 15:51 ROMA - Appuntamento con il trotto all’Ippodromo delle Capannelle. Saranno otto, e di qualità medio-alta, le corse del pomeriggio con il ricco clou, il Premio Giant Force, riservato a ottimi soggetti di 3 anni che si sfideranno...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password