Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 26/05/2019 alle ore 17:34

Ippica & equitazione

17/12/2018 | 09:00

Ippica, all’Ippodromo SNAI La Maura Tornado del Vento vince la Finale del Palio dei Proprietari

facebook twitter google pinterest
Ippica Ippodromo SNAI La Maura Tornado del Vento

ROMA - Domenica all’Ippodromo SNAI La Maura di Milano con un convegno di corse di ottimo livello tecnico ed incentrata sulla Finale del Palio dei Proprietari, manifestazione che chiamava a confronto quattordici soggetti qualificatisi nelle varie eliminatorie regionali. Il successo, in parte inatteso ma meritatissimo, e’ andato all’ospite pugliese Tornado del Vento: il cavallo di Giuseppe De Filippis si e’ ancora una volta esaltato nello schema e sul ritmo imposto nella prima parte di gara dal “bisticcio” tra Unique As e Severino (primo km addirittura in 1.13.6) e poi garantito dal pressing di Umberto Axe, avanzato da fondo gruppo dopo un miglio di gara per obbligare Unique As a continuare a “pedalare”: sull’ultima curva il panzer di Romolo Ossani e’ sembrato prevalente sull’ottima Unique As, ma in retta ha accusato la fatica prestando il fianco al finale degli attendisti, e cosi’, tenendo pienamente fede al suo nome, il portacolori del signor Leonardo Amedeo e’ passato come un… Tornado svettando a media di 1.16.5 sui 2720, per la gioia del suo interprete. Seleniost, che pure gli era ancora davanti al mezzo giro finale, ha chiuso secondo con qualche recriminazione, mentre Umberto Axe ha salvato il terzo da Simpaty Trio, costretto a spostare progressivamente a centro pista per reperire lo spazio per sprintare. Apertura di pomeriggio con i gentlemen impegnati nel Premio Giacomo Bruno, in sediolo a cavalli di 4 anni: Vincito’ Indal, con Roberto Baroncini in sediolo per il training del fratello Mauro, ha dovuto sudare non poco per avere ragione di una coriacea Valkyria Run la quale, andata in testa con spesa su Volterra, ha opposto una fiera opposizione completando il chilometro in 1.14.3 e arrendendosi solo a pochi metri dal traguardo. Successo sofferto, e per questo ancor piu’ meritato, per il portacolori della Indal, che ha completato la sua fatica a media di 1.14.4 dopo aver affrontato gran parte del percorso allo scoperto. Volterra, terza dal via, ha provato lo speed in retta ma non e’ risultata incisiva chiudendo terza a contatto su Viky degli Ulivi, migliorata per varchi: poco incisivo Velletri Jet, che ha agito all’esterno in scia al vincitore ma senza essere mai pericoloso. Reduce dal buon debutto bolognese, Altair ha confermato di essere un discreto puledro siglando con autorita’ il Premio Stonehenge Mmg, prova sui 1650 metri per cavalli di 2 anni: subito in testa, il cavallo allenato e guidato da Edoardo Baldi ha retto nell’ultimo chilometro il pressing di Alice Grif, controllando in retta la rivale di Gocciadoro a media di 1.16.5. Alice Grif dopo gli errori nelle prime due uscite ha finalmente terminato il percorso e sembra avviata sulla strada giusta, anche perche’ al via ha un po’ subito la lentezza iniziale del rivale che la precedeva. Da segnalare il buon terzo posto di Anatra Jet, protagonista di un mezzo giro conclusivo in risalita per corsie esterne e ancora vitale in retta per battere A Modo Mio Bi e Aly Prav. 
Quarta vittoria consecutiva per la stimata Zanella, con la quale Santo Mollo sembra avere definitivamente trovato la “quadra” dopo le difficolta’ di inizio carriera: la portacolori della scuderia Louisiana ha dominato in lungo e in largo il Premio Zusetta con un limpido percorso d’avanguardia concluso nel piu’ facile dei modi a media di 1.13.4. L’errore di Famility ai 500 finali, quando era ai lati della battistrada, ha ulteriormente agevolato il compito della vincitrice e creato al contrario un po’ di intralcio ai rivali, e in particolare a Zeus Ek, che pero’ ha fatto in tempo a riorganizzarsi e in retta e’ tornato a battere l’appostata Zagabria Vani per il secondo posto, con Zairon quarto. In errore Zirconio Cr all’imbocco dell’ultima curva quando pero’ era ancora nelle retrovie. Vittoria semplice semplice anche per Al Capone Stecca nel Premio Memorial Guido Guareschi, prova sui 1650 metri per promettenti cavalli di 2 anni: alla prima uscita per il training di Alessandro Gocciadoro, il figlio di Chirone Dei ha avuto gara in discesa dopo l’errore di Alouette, che a conferma di un caratterino non facile e’ saltata nella fase iniziale appena Edoardo Baldi, una volta respinto dal rivale, aveva provato a riprendere in mano. Al Capone Stecca cosi’ ha potuto fare i propri comodi permettendosi un chilometro in 1.16 e in retta, pur senza staccare, ha controllato a media di 1.15.2 i rivali, tra i quali un sempre positivo All Prav e’ emerso al secondo posto approfittando di una serie di varchi nei 400 finali per agguantare e battere sul palo l’appostata Ace of Hearts, con Alissa Trio quarta a ridosso. Pronto bis per Alessandro Gocciadoro: tanto tranquilla era stata la vittoria di Al Capone Stecca nella corsa precedente, quando complicata quella di Vincero’ Gar nel Premio Danusa Oaks. Cavallo di mole, il portacolori della scuderia Liby & King ha fatto percorso netto ed e’ stato capace di trottare al nuovo record di 1.11.9: non si e’ fatto mai realmente avvicinare dai rivali, ma i problemi ha rischiato di crearseli da se’ mostrando difese di carattere in particolare sull’ultima curva: c’e’ voluta tutta la bravura del suo interprete per farlo rigare dritto sull’ultima curva e portarlo “sano e salvo” al traguardo. Strepitoso il secondo posto di Vega Etoile, impiegata in un durissimo percorso esterno e ancora capace di passare seconda in retta, superando l’appostata Usher Kris che ha concluso di passo mantenendosi comunque terza al riparo dal ritorno di Vae Victis Cub e Vienvia Font. Veantur ha fatto le bizze prima ancora dello stacco, Veleno D’Amore dopo 700 metri, insofferente a centro gruppo all’interno non riuscendo a trovare la destra libera.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password