Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 19/06/2019 alle ore 17:47

Ippica & equitazione

13/06/2019 | 08:30

Ippica, all’Ippodromo SNAI San Siro ultimo mercoledì di corse con Lakshman protagonista nel Premio Canobbio

facebook twitter google pinterest
Ippica Ippodromo SNAI San Siro

ROMA - All’Ippodromo Snai San Siro ultimo mercoledi’ di corse nella stagione primavera-estate che ha visto la moneta piu’ ricca del pomeriggio con il Premio Canobbio, una maiden sulla distanza dei 1000 metri in pista dritta per cavalli di 2 anni. Sul terreno scorrevole, Lakshman ha confermato se non migliorato lo standard del debutto nel Lampugnano quando aveva subito – e solo di misura – un soggetto promettente come Gerardino Jet, poi confermatosi nel Bimbi. Il cavallo allenato da Diego Dettori e montato da Mario Sanna e’ schizzato come una molla all’apertura delle gabbie e ha fatto corsa per proprio conto, mai avvicinato dai rivali. Evidentemente il terreno pesante era stato la causa della prestazione sottotono dell’ultima uscita. Caballero Chopper ai 250 finali ha reagito alla puntata di Darth Maul ed e’ emerso al secondo posto sulla rivale, autrice comunque di debutto piu’ che positivo. Quarto vicino l’altro allievo di Vitabile, Kiwyf. Ad aprire la riunione un handicap sui 2400 metri in pista circolare per cavalli di 3 anni per il Premio Arera: reduce dal secondo posto dietro un soggetto in ascesa come Dolcedo, Amica Mia ha confermato i progressi recenti risolvendo la prova con un bel cambio di marcia ai 200 finali. L’outsider Funk ha provato la fuga in avanti imprimendo alla gara un buon ritmo e prendendo vantaggio: in retta Princess Bunny ha guidato il gruppo a ricucire il gap con la battistrada trascinandosi Red Desert e Amica Mia, ed e’ stata proprio la portacolori di Pierangelo Conca, presentata da Natalino Urracci e montata da Walter Gambarota, a piazzare le battute migliori passando di slancio nei 100 finali. Princess Bunny non e’ riuscita a parare l’avanzata della coetanea e ha chiuso al secondo posto su Red Desert a sua volta prevalente sulla generosa Funk, mentre non sono riusciti a unirsi alla lotta Piccolo Farore e Fiuma. Gia’ vincitori sul percorso il 6 aprile, Cape Baba e Antonio Ferramosca hanno concesso il bis nel Premio Los Cardos, l’handicap riservato agli amatori sui 1400 metri in pista dritta: ancora una volta decisiva l’interpretazione del cavaliere toscano, che ha fatto un vero miracolo nel rimediare un successo che ai 400 finali, sull’allungo operato da You’re Serious sul pressing di Annasandra, sembrava ormai una chimera: e invece Cape Baba si e’ mantenuto coraggiosamente in quota, il suo interprete l’ha letteralmente sollevato negli ultimi metri e con un ultimo guizzo ha risolto a proprio favore la contesa bruciando in un arrivo molto stretto Annasandra e You’re Serious, con Bianco E Nero quarto a ridosso lungo lo steccato. Novello… Eric Clapton, Chitarrista ha fatto un assolo nel Premio Briosco, l’handicap sui 2000 metri in pista circolare per cavalli di tre anni e oltre: con Dario Di Tocco in sella, il cavallo di Marco Gasparini dopo aver seguito tranquillo a centro gruppo, in retta e’ avanzato a larghe folate e nell’ultimo furlong ha disposto con estrema facilita’ de La Grande Assente, che dopo aver scortato dal via il battistrada Ligustro era passato ai 400 finali tentando l’allungo. Nulla da fare pero’ contro il portacolori della signora Francesca Turri, che ha cosi’ archiviato in fretta l’ultima brutta performance di Capannelle. Piu’ indietro il resto del gruppo, alla fine capeggiato da Blumont che ha salvato il terzo posto da Sutton, i due non troppo incisivi in retta.
Sui 1600 metri in pista circolare, Helegant Man ha messo i rivali nel sacco dominando da cima a fondo il Premio Pozzo D’Adda: con Antonio Fresu in sella, il cavallo di Marinella Arienti e’ andato davanti a imporre il suo passo e ha reagito bene anche nel finale, tenendo a distanza di sicurezza i rivali. Mister Buzzword ha corso bene, considerate le sue caratteristiche e la scarsa attitudine con la “circolare”: ancora ultimo all’ingresso in retta, il cavallo di Gianluca Verricelli ha inscenato il solito finalone che gli e’ valso almeno il secondo posto, agguantando sul filo di lana Time Sky che era avanzato tra i cavalli a meta’ retta. La quarta e ultima eliminatoria del circuito NBF Lanes Sprint ha visto il ritorno su livelli piu’ consoni al suo passato di Soubretta, finora inferiore alle attese nelle tre uscite stagionali: con Claudio Colombi in sella, la cavalla di Nicolo’ Simondi si e’ mantenuta nelle prime posizioni, con l’appoggio dello steccato ai 400 finali ha allungato in progressione e pur soffrendo nel finale si e’ salvata dal ritorno del gruppo: vicini nell’ordine sono terminati Wake Gold, Motivetto e Sou Incantada, mentre piu’ indietro Tekedici ha occupato l’ultimo posto utile per il Quinte’.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password