Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 20/11/2019 alle ore 17:31

Ippica & equitazione

18/05/2019 | 19:56

Ippica, all’Ippodromo SNAI San Siro il Premio Bereguardo parla francese con Cherisy

facebook twitter google pinterest
Ippica Ippodromo SNAI San Siro Premio Bereguardo

ROMA - All’Ippodromo Snai San Siro interessante sabato seppur non risparmiato dalla pioggia. Clou del pomeriggio milanese il Premio Bereguardo, Listed sui 1600 metri in pista grande per cavalli di 4 anni e oltre. Dario Vargiu in sella a Time To Choose le ha provate tutte per portare a casa il successo, nonostante la distanza del miglio non sia piu’ quella ideale, ma alla fine il portacolori della scuderia Effevi si e’ dovuto arrendere all’ospite francese Cherisy, che si presentava con discreti riferimenti e uno score da esimia “regolarista”: perfettamente a suo agio sul terreno, ben montata da Pierantonio Convertino, la grigia allenata da Cedric Rossi e di proprieta’ della famiglia Dubois ha marcato stretto proprio il rivale, quindi ai 350 finali ha spostato per piazzare un bel cambio di marcia e al termine di un emozionante testa a testa l’ha spuntata, di misura ma chiaramente. Nell’ultimo furlong si e’ materializzato all’interno unendosi alla lotta un sorprendente Fulminix, che ha chiuso terzo a contatto: piu’ indietro Greg Pass ha preceduto Biedermann, che gli aveva strappato il comando, e Aspettatemi, mentre la delusione della prova e’ stato Poeta Diletto, mai della partita. Molto interessante anche la parte finale del pomeriggio che ha proposto due Handicap Limitati di pari dotazione: nel Premio Il Cavallo di Leonardo, sui 2000 metri in pista grande per cavalli di 4 anni e oltre, Allimac ha confermato l’ottimo momento di forma centrando il terzo successo consecutivo al termine di un perfetto coast to coast nelle mani di Antonio Domenico Migheli. Il grigio di proprieta’ del signor Pietro Ferrante allenato da Mario Migheli ha reagito benissimo a meta’ retta all’attacco di Old Fox, allungando nel finale dal rivale che invece nell’ultimo furlong ha un po’ esaurito lo spunto, tanto che al secondo posto e’ emerso un ottimo Giausar: Voice of Love ha corso costantemente nelle prime posizioni ma nel finale e’ un filo mancato chiudendo quarto. Nel Premio Sopran Londa, riservato a femmine anziane sui 1800 metri in pista grande, ha colpito il bersaglio Key Master: la cavalla del team Biondi non vinceva dal Seregno Listed di aprile 2018, ma sul terreno ideale e con la monta energica di Andrea Mezzatesta (sempre preciso nelle sue incursioni a San Siro) ha saputo piazzare la zampata vincente in retta domando la favorita Great Aventura: quest’ultima sul ritmo blando era andata al comando a dettare l’andatura, in retta ha faticato parecchio prima di trovare la giusta azione ma alla distanza e’ tornata sul passo risalendo al secondo posto. Terza Bernardina, finita bene a centro pista, mentre Lorenda ha perso contatto ed e’ finita rallentata. Ad aprire il pomeriggio il Premio Cernobbio, una maiden sui 1000 metri in pista dritta per cavalli di 2 anni: buona la seconda per Lovely Smile, che nell’esordio romano aveva perso di poco da un rivale poi confermatosi pagando piu’ che altro l’inesperienza. Con Dario Vargiu in sella, il portacolori della scuderia del Giglio Sardo e’ andato subito in avanti, ha allungato nei 250 finali e ha poi controllato il buon recupero di Kiwyf, in chiaro progresso rispetto alla prova di debutto. Il debuttante Caballero Chopper e Lakshman sono partiti veloci seguendo da vicino il vincitore ma entrambi nell’ultimo furlong si sono “smarriti” subendo il ritorno di Amarsi Un Po che di misura ha risolto la volata per il terzo posto.
Cavalieri e Amazzoni protagonisti nel Premio Ettore Bocconi - Memorial Pinuccio Molteni, una prova molto “sentita” dalla categoria, con il successo autorevolissimo di Meyandi: gia’ brillante all’ultima uscita, il cavallo di Bruno Grizzetti, montato con fiducia da Virginia Tavazzani, anche stavolta ha attuato la fuga in avanti, solo che oggi non ha subito cedimenti, anzi in retta e’ ripartito ancora per imporsi con largo margine. Primo successo italiano per il portacolori della Razza Montalbano, a digiuno dalla vittoria di settembre 2017 a Chepstow, ottenuto proprio sui 2400 metri. Faradays Spark e Universo Sprite hanno corso all’estrema attesa e la tattica li ha ripagati con i piazzamenti alle spalle del vincitore: brillante in particolare il cavallo di Goldin montato da Danila Cherio, finito molto forte alla distanza. Da registrare invece la “controprestazione” del favorito Rossese, montato gia’ in curva e mai nel vivo nonostante trovasse il terreno gradito. Tre anni protagonisti nel Premio Strone, l’handicap sui 1000 metri in dirittura: terza vittoria in carriera per Flower Inthejungle, che evidentemente e’ una “millemetrista” nata visto che anche le due precedenti affermazioni erano state ottenute sulla distanza minima. La cavalla di Massimiliano Narduzzi, con in sella un perfetto Fabio Branca, ha corso in prima linea sin dal via, ai 250 finali e’ stata sopravanzata da Smartcastle ma non si e’ persa d’animo e nei metri finali ha rimontato il rivale battendolo di precisione. Terzo finendo bene lungo lo steccato I An What I Am, quarta con bel recupero al largo di tutto Via del Canto.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password