Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 15/10/2018 alle ore 13:58

Ippica & equitazione

08/10/2018 | 08:50

Ippica, all’Ippodromo SNAI San Siro Pensierieparole torna al successo

facebook twitter google pinterest
Ippica Ippodromo SNAI San Siro

ROMA - All’Ippodromo SNAI San Siro primo convegno “misto” della seconda parte della stagione all’Ippodromo SNAI San Siro, con tre prove in ostacoli e altrettante in piano. La corsa più ricca del pomeriggio e’ stata il Premio Camillo Dubini, una condizionata sui 1200 metri in pista dritta per cavalli di tre anni e oltre che ha offerto l’opportunita’ a Pensierieparole di dare una “spolverata” al suo blasone di velocista di rango: in terza posizione galoppando largo, il cavallo di Bruno Grizzetti con in sella Pasquale Emmanuele e’ avanzato deciso ai 400 finali, ha preso in breve la meglio su Cracking Art e Harlem Shake e nel finale si e’ sottratto al finale di Swallow Street che ne aveva seguito le mosse all’esterno. Il favorito Harlem Shake e’ partito piu’ veloce del solito ma non ha saputo replicare all’attacco del vincitore e alla fine ha ceduto anche il secondo posto all’importato di Michelino Bebbu, mentre il battistrada Cracking Art e’ calato a traguardo lontano. Subito nel segno del team Vana la prima prova riservata ai saltatori, Premio Miocamen, una condizionata in steeple sui 3600 metri per cavalli di 4 anni e oltre: ha dettato legge dal primo all’ultimo metro Roman, con Jiri Kousek in sella, pungolato dapprima da Sbarazzino, poi sulla diagonale breve dal compagno di training Almost Human che sin li’ aveva corso “nascosto” ma che dopo l’ultimo salto sull’ulteriore allungo del vincitore si e’ dovuto adeguare al secondo posto. Piu’ indietro Sbarazzino ha concluso terzo. La seconda prova del pomeriggio riservata ai saltatori era il Premio Monte Stella, una maiden in siepi sui 3200 metri per cavalli di tre anni: ha iniziato in maniera molto promettente la sua carriera in ostacoli Time Fatal, presentato da Gianluca Verricelli e montato da Alessio Pollioni: sicuro nei salti, il portacolori del signor Pietro Di Nola ha guidato senza incertezze e senza sbavature sin dal via, scrollandosi di dosso gli immediati inseguitori Give a Break e Viconte, gli unici insieme a Toi Meme (calato drasticamente nel finale) a tenere il passo del vincitore e terminati nell’ordine alle piazze. Il Premio San Giorgio, una prova in siepi sui 3200 metri, ha visto il flop del netto favorito Sargas, sempre nelle retrovie e mai in corsa: ne ha approfittato al meglio Do Your Best, che ha preso il comando delle operazioni a meta’ percorso e nel finale ha allungato sicuro, regalando la prima vittoria in ostacoli a Gabriele Agus. I due alleati Buskin River e Wootyhoot si sono disputati la seconda moneta, con il primo alla fine prevalente sul compagno di colori. Non ha tradito le attese il favorito Fair Excel nel Premio San Babila, la maiden sui 1500 metri in pista media per cavalli di 2 anni: costantemente sui primi, il portacolori della scuderia Blueberry con in sella Carletto Fiocchi in retta ha mosso all’attacco del battistrada Rock of Paloma e lo ha piegato nettamente nei 100 finali. Rock of Paloma ha corso con generosita’ all’avanguardia, scrollandosi di dosso appena in retta L’Impeccabile ma ha dovuto arrendersi al favorito. Interessante il debutto di Merlingo, un allievo di Lucia Lupinacci che dopo aver corso in pancia al gruppo, e’ avanzato in scia al vincitore e nel finale ha preso la meglio su L’Impeccabile per il terzo posto. Dopo la vittoria con Pensierieparole, Pasquale Emmanuele ha centrato il secondo successo del pomeriggio in sella all’outsider Olaya de L’Alguer nel Premio Pirellone, il primo handicap della stagione per i 2 anni a San Siro, sui 1600 metri in pista media: sinora mai piazzata in quattro corse, la cavalla del team Sordi ha recuperato un avvio non brillantissimo rimontando per linee interne e portandosi ai lati di Sky Costellation, e in retta ha coraggiosamente ribattuto ai tentativi del rivale sino in fondo. Terza a contatto Gipsy Queen, avanzata bene a centro pista esaurendo leggermente la puntata nei 100 metri finali.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password