Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/09/2018 alle ore 20:40

Ippica & equitazione

03/04/2018 | 09:10

Ippica: all’Ippodromo SNAI San Siro, Torna A Surriento festeggia la Pasqua

facebook twitter google pinterest
Ippica Ippodromo SNAI San Siro pasqua

ROMA – All’Ippodromo SNAI San Siro domenica di Pasqua con tanto sole, un buon seguito di pubblico e un programma di buon livello tecnico. La prova più interessante era il Premio Quaderna, un Handicap Limitato sui 1500 metri della pista media per cavalli di 4 anni e oltre: perfetto il gioco di squadra della scuderia Topeeka di Silvia Casati, con Rainy Days a fare da pacemaker garantendo una andatura vertiginosa e con Torna A Surriento a raccogliere i frutti in retta, passando ai 250 finali e dimostrando (come confermato dal suo interprete Luca Maniezzi) che sui terreni scorrevoli offre il miglior rendimento. Baffonero ha avuto l’ingrato compito di fare da elastico guidando il gruppo all’inseguimento della battistrada, in dirittura ha provato vanamente a parare l’affondo del vincitore ma è comunque emerso chiaramente al secondo posto. La lotta per il terzo posto ha visto prevalere all’ultimo tuffo  Amyntas, incuneatosi tra Amintore e Pizzo Carbonara che sono terminati in linea. 
Ad aprire il convegno i tre anni impegnati nel Premio Scuderia Aurora, una maiden sui 1400 metri della  pista dritta, percorso inedito per quasi tutti i partecipanti: il rientrante Poeta Innamorato, che nella maiden  
di ottobre si era impegnato poco nella fase iniziale salvo poi tornare brillante secondo, stavolta si è avviato  regolarmente, ha conquistato steccato e testa della corsa e dopo aver gestito il ritmo ha accelerato a 400  
metri dal traguardo prendendo buon vantaggio: gli ultimi metri però sono stati di pura sofferenza per il  portacolori della Immobiliare Casa Paola allenato dalla Il Cavallo In Testa, e c’è voluta tutta la bravura di  
Fabio Branca per salvare un minimo vantaggio su Zeja e Wibago che gli sono piombati addosso sul  traguardo. 
Il Premio degli Amatori, l’handicap sui 1400 metri della pista dritta riservati ai cavalieri e alle amazzoni, ha  visto il successo di Vimercati: il cavallo di Natalino Urracci è stato ben interpretato da Davide Terzuolo che  
lo ha mantenuto a centro gruppo per piazzare lo scatto ai 300 finali e superare di slancio Trentino, che dopo qualche problema in avvio aveva ben recuperato lungo lo steccato passando in vantaggio all’ultimo furlong.  
Terzo con buon recupero Jak du Lac. 
Nel Premio Macherio, una “reclamare” sui 2000 metri della pista media per cavalli di 4 anni e oltre, ritorno  al successo per Mr Eugenio: con Sergio Urru in sella, il cavallo allenato dal Team Gonnelli si è impegnato sin  
dal via ai lati della battistrada Mikamine, dopo un attimo di tentennamento all’ingresso in retta si è riorganizzato ed è passato ai 250 finali in lotta con Titanic Blonde tenendo testa al rivale sino in fondo,  mentre Mikamine è rimasta al terzo posto. 
Nel Premio Bernareggio, handicap sui 1700 metri in pista media per cavalli di 3 anni, prima vittoria in  carriera per Whatpeopleprefer e ritorno nel “winner circle” per il suo allenatore Massimo Berra: il  portacolori del signor Giovanni Catalano, con un perfetto Rosario Mangione in sella, e’ avanzato a centro  pista in retta e ha cambiato passo nell’ultimo furlong travolgendo Prigioniera, che era passata in vantaggio  ai 300 finali superando la battistrada Yamuna. Vitality ha concluso al terzo posto, mentre il favorito Sopran  Sussurro si è spento a traguardo lontano.
Chiusura in bellezza con il Premio Pessana, condizionata sui 2000 metri della pista media per cavalli di tre  anni valida come Tris/Quartè/Quintè, che il vociferato Il Re Di Nessuno ha vinto in maniera più netta di  
quanto indica il distacco finale, da cavallo pigro: Carlo Fiocchi si è dovuto impegnare non poco in sella al  portacolori della Il Cavallo In Testa, che alla fine è passato svettando su Red Painter, autore di bel finale per  vie interne, e sul tedesco The Way Of Bonnie, anche lui oggetto di diverse attenzioni al betting e ancora  molto verde nella progressione a centro pista. Quarto a ridosso il solito generoso Tommy Tony, mentre Da  Vinci Hand è calato in retta dopo aver animato la corsa ai lati del battistrada Still In Time, che ha concluso  al quinto posto.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

ippodromo snai la maura anita roc

Ippodromo Snai La Maura, per Anita Roc sono tre

18/09/2018 | 20:05 MILANO – All’Ippodromo Snai La Maura convegno di corse anticipato al martedi’, come si legge in una nota. Da vedere in particolare il Premio Nad Al Sheba, ricca moneta sui 1650 metri per i giovanissimi della leva...

Rassegna Stampa 16 17 settembre 2018

Rassegna Stampa del 16-17 settembre 2018

17/09/2018 | 09:30 DOMENICA GIOCHI GAZZETTINO - Veneto, in arrivo tasse più alte per i locali con le slot machine = Tassa per i bar con le "macchinette" ALTO ADIGE - «Togliete le slot dai tabacchini» ARENA - Azzardo e slot, giocati...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password